Barletta, sulla litoranea di Ponente spopola un’originale campagna “fai da te”

“Usa la bici, consumi grassi risparmi soldi”, “attenzione animali da traffico” ed ancora “usa la bici, no tickets free parking”, questi alcuni degli slogan che giungendo in spiaggia sulla litoranea di ponente vi ritroverete dinanzi scritti su dei cartelli affissi ai pali dell’illuminazione pubblica.
L’originale iniziativa è stata messa in atto da alcuni nostri concittadini al fine di invitare pedoni e automobilisti all’uso della bicicletta e al rispetto dei limiti di velocità.   
Ha spiegare il progetto nel noto gruppo “Cosa non va a Barletta” sul social network Facebook, Francesco, uno dei responsabili di questa iniziativa:«questa è una piccola azione urbana, che abbiamo voluto fare sulla litoranea di ponente, per invogliare le persone a utilizzare la bici come mezzo urbano, comodo ed economico e per lamentare l'eccesso di velocità di auto e moto sulla strada, dove a tutte le ore del giorno, attraversano e transitano pedoni e ciclisti. Vogliamo che in questa città sia rispettato il limite di velocità di 30 km/h e che venga dato il diritto di scegliere il mezzo con cui transitare».

L’iniziativa ha certamente riscosso il plauso degli utenti, Antonio infatti scrive:« davvero complimenti per l'iniziativa anche se non sono d' accordo sul cartello "animali da traffico" visto che c' è gente che attraversa senza guardare a destra e sinistra o addirittura sosta nel bel mezzo della carreggiata aspettando che moglie, figli e nonni li possano raggiungere, per non parlare poi quelli di  che attraversano con semaforo pedoni rosso», quindi Loredana:« io proporrei di chiudere al traffico la strada che costeggia la litoranea, nonostante ci siano parcheggi a pagamento. Non importa ma almeno possiamo circolare liberamente in bici, dato che domenica scorsa alcuni si sono permessi di parcheggiare sulla pista ciclabile». Manuel quindi sottolinea:« il gesto di correre con la macchina viene visto come segno distintivo di “bastardaggine”, bravura ecc... correre con l'auto in zone transitate da pedoni, ciclisti ecc... è invece un gesto assassino che mette a repentaglio la vita delle altre persone, sembra banale ma non tutti sono disposti a comprenderlo».
Condividi su Google Plus

Segui La Voce Grossa

La nostra voce sarà più grossa se ci sarà anche la tua!
    Cosa ne pensi?
    Dillo su Facebook

0 commenti :

Posta un commento