Grasso: "Mi auguro che la legislatura duri fino al 2018 per approvare provvedimenti importanti"

"Credo che i problemi del dopo-terremoto confermino l’esigenza di sfruttare questo scorcio di legislatura per sbloccare una serie di misure, a partire dal riordino della Protezione civile. La vita del governo di Paolo Gentiloni non è legata solo alla riforma del sistema elettorale. E come presidente del Senato mi debbo augurare che la legislatura duri fino al 2018 per approvare provvedimenti importanti" ha dichiarato Pietro Grasso, presidente del Senato, in un'intervista sul 'Corriere della Sera' "Non capisco le polemiche sul ruolo del commissario Vasco Errani e del capo della Protezione civile. Tra loro esiste un’intesa perfetta. Lavorano in accordo e con grande efficacia. L’ho potuto constatare di persona, accompagnandoli per un giorno intero nelle zone terremotate, qualche settimana fa. Gentiloni riuscirà a resistere alle spinte del vertice del Pd verso il voto anticipato? Il governo deve governare, è nella pienezza del potere. Stimo molto Gentiloni: ha grande esperienza e un buon carattere. Lavorerà come capo del governo finché sarà legittimato dal Parlamento e avrà la sua fiducia. Le pressioni per andare alle urne sono più nei retroscena. La posizione ufficiale del Pd è di andare al voto senza ansia e senza fretta. Io ho fiducia in Gentiloni. E comunque alla fine la decisione di sciogliere le Camere spetta al presidente della Repubblica. È vero che l’orchestra ha cambiato pochi elementi. Ma il direttore è diverso, e il direttore vuole dire molto. Gentiloni deve poter lavorare sfruttando al massimo l’anno che ci porta alla fine della legislatura. Nella prospettiva proporzionale servono leader inclini più a cucire che a strappare".
Condividi su Google Plus

Segui Daniele Martini

La nostra voce sarà più grossa se ci sarà anche la tua!
    Cosa ne pensi?
    Dillo su Facebook

0 commenti :

Posta un commento