Mattarella: "I comuni colpiti dal terremoto hanno diritto ad aiuto"

"So bene qual è la condizione che i sindaci affrontano: dei 55 Comuni della provincia, se non sbaglio 44 sono stati colpiti dal terremoto. I sindaci, in condizioni normali, svolgono un ruolo di frontiera e di raccordo fra comunità e Istituzioni. Ma in questo periodo il vostro ruolo è particolarmente difficile e con delle sfide inedite e impreviste. Mi rendo conto, dopo tre gravi scosse ravvicinate, della difficoltà del vostro compito di far fronte non solo all'esigenza del momento, ma cosa vuol dire ogni volta interrompere l'azione di sistemazione e di programmazione della ricostruzione, per tornare nell'emergenza immediata dei soccorsi. Naturalmente questo comporta un altro risvolto che mette a dura prova la resistenza psicologica dei vostri concittadini e voi siete chiamati a dare una risposta, una prospettiva e non in modo illusorio ma in concreto: in questo avete diritto a tutto l'aiuto possibile da parte delle altre istituzioni che si cerca di garantire in pieno" ha dichiarato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, incontrando all'Università di Camerino i sindaci della provincia di Macerata interessati dal terremoto "Vi sono stati in questi mesi esempi straordinari di generosità ma anche impegni organici e sistematici della Protezione civile, della Regione, del Commissario straordinario; ogni volta è richiesto di più e l'impegno che voglio esprimere davanti a voi è che questo di più troverà una soddisfazione e si farà fronte a queste esigenze sempre maggiori. Il vostro compito, lungi dall'essere ignorato, è tenuto in grande considerazione e trova tutto l'appoggio politico-istituzionale ma anche umano e psicologico. Il vostro compito è davvero difficile e non viene ignorato ma avete tutto l'appoggio anche quando protestate perchè questo può essere utile. So che fra i sindaci alberga la ragione e il criterio che ciascuno, confrontandosi con gli altri, verifica quello che in proprio si può fare. Quando i sindaci fanno questo hanno diritto al sostegno intenso, pieno e completo da parte delle Istituzioni. Non ho, come è noto, poteri di governo diretti, ma un compito di esortazione di cui uso gli strumenti e le possibilità che questo offre. So che vi è grande sensibilità e vorrei ringraziare il Commissario Errani, la Protezione civile, la Regione, la Provincia e il coro di Istituzioni il cui contributo è indispensabile sapendo che va sempre migliorato e trovare il modo ottimale per svolgere ciascuno la propria parte. In questo vi assicuro che vi sarà attenzione e grazie per quanto fate".
Condividi su Google Plus

Segui Daniele Martini

La nostra voce sarà più grossa se ci sarà anche la tua!
    Cosa ne pensi?
    Dillo su Facebook

0 commenti :

Posta un commento