Nel veronese, alla scoperta della Valpolicella

La provincia di Verona vanta diverse aree di notevole pregio naturalistico e culturale, perfette per una fuga all’insegna del relax, lontani dallo stress e dal caos cittadino. La Valpolicella è di certo una delle mete più interessanti su questo fronte: una terra capace di coniugare attrattive di spicco con il meglio dell’enogastronomia veneta, all’interno di un contesto paesaggistico di grande bellezza.

Nel cuore della regione, la Valpolicella sorge in una zona collinare, ai piedi delle Prealpi Veronesi, e comprende le tre vallate delimitate dai torrenti dei monti Lessini. In questa cornice, sono racchiusi sette borghi antichi, che, con i loro monumenti storici, impreziosiscono i rigogliosi paesaggi della valle.

Negrar, fra tutti, è una tappa obbligatoria per chi vuole degustare i famosi vini della zona. Il borgo, ubicato nella parte più orientale della Valpolicella, vanta infatti ben tre marchi a Denominazione di Origine Controllata e Garantita: il Valpolicella Classico, il Recioto Classico e l’Amarone Classico. Quest’ultimo, in particolare, rappresenta uno dei prodotti più raffinati della Valpolicella, nonché uno dei rossi più pregiati a livello nazionale. Il borgo è altresì rinomato per il suo stretto legame con il grande scrittore di romanzi d’avventura Emilio Salgari, che qui trascorse numerosi momenti di quiete, traendo ispirazione per alcune delle sue migliori creazioni.

Un'altra tappa imperdibile, questa volta sul versante culturale, è Fumane, un borgo a circa 20 chilometri da Verona,situato in un’area che fu abitata sin dal Paleolitico, come dimostrano diversi siti archeologici, primo fra tutti il Riparo Solinas. Fumane custodisce, inoltre, altri due monumenti di spicco: la Chiesa di San Marziale, risalente al XV secolo, e la Villa Della Torre, uno degli esemplari più significativi tra le Ville Veronesi. Infatti, il territorio della Valpolicella è costellato da preziose ville storiche, le più importanti realizzate da Andrea Palladio nel corso del Cinquecento. Naturalmente, si consiglia di non perdere l’opportunità di visitare le più significative: a tal proposito potrebbe rivelarsi utile questo itinerario, corredato di indicazioni e informazioni dettagliate sui due principali complessi della valle.

Quale che sia la vostra meta, l’ideale sarebbe visitarla in occasione di una sagra dedicata al vino o al folklore regionale, quando i borghi si mostrano nella loro veste più interessante, proponendo il meglio dei prodotti locali in un contesto di festa. Oppure, se l’idea è quella di concedersi un’escursione in giornata da Verona, Expedia ci ricorda che anche in città ci sono svariati eventi con cui colorare l’esperienza di viaggio: se questa Top 5 delle tradizioni veronesi non dovesse soddisfarvi, date uno sguardo anche alla sezione eventi del sito provincia di Verona - gli spunti non dovrebbero mancare.

Condividi su Google Plus

Segui Giornale di Puglia

La nostra voce sarà più grossa se ci sarà anche la tua!
    Cosa ne pensi?
    Dillo su Facebook

0 commenti :

Posta un commento