Mesagne: venerdì 3 febbraio 2017 ripartono le Mini Medical School ISBEM

MESAGNE (BR). Ripartono le Mini Medical School ISBEM che aiutano a riscoprire il Pianeta Salute. Venerdì 3 febbraio 2017, dalle 18 alle 20, nel Monastero del 3° Millennio, cioè l’ex convento dei Cappuccini di via Reali di Bulgaria di Mesagne, il dottor Antonio Angelo Pellegrino (dentista, medico chirurgo, odontoiatra, nonché docente presso l'Università di Chieti), parlerà delle patologie studiate dalla gnatologia, spesso misconosciute o nascoste la cui base risale principalmente alla funzione masticatoria, ma non solo. 
La missione del medico è curare le malattie e preservare/proteggere la salute, cosa ovvia ma che riesce bene solo quando si comprendono i meccanismi fisiopatologici che sono alla base dei fenomeni. Per documentare le malattie, il medico si basa sui segni oggettivi principali, anzi li cerca attivamente per stabilire la diagnosi certa. Un campo difficile è sicuramente quello masticatorio che, fisiologicamente, si basa sull’equilibrio tra denti, parodonto, muscoli masticatori, articolazioni temporo-mandibolari, scheletro craniofacciale e sistema neuromuscolare. I problemi derivanti da una disfunzione di questo possono coinvolgere uomini e donne di tutte le età, a partire dall’ età infantile, anche se l’ età statisticamente più coinvolta è fra i 30 e 50 anni. I sintomi più frequenti possono essere lievi come una limitazione dell’apertura della bocca, ma possono sfociare in cefalea, riduzione dell’udito con dolori irradiati all’orecchio, torcicollo e capogiri, fino ad arrivare nei casi più estremi nel blocco dell’articolazione temporo-mandibolare. Oltre alla valutazione dei fattori periferici (dentali, posturali, traumatici, psicofisiologici) e all’anamnesi con l’esame obiettivo del paziente, si deve mettere in luce l’esistenza o meno del bruxismo (serramento delle mascelle a denti stretti) che è particolarmente deleterio per l’organismo. 
Molto spesso, tale anomalo fenomeno, su cui il dottor Antonio Pellegrino ha condotto anche una ricerca negli asili mesagnesi, passa inosservato. Al contrario del digrignamento che viene rilevato perché lascia segni evidenti all’esame clinico con cui si evidenzia l’usura dello smalto dentale. Questi quadri clinici tendono ad aggravarsi nel tempo, perciò è importante conoscerli e sapere come affrontarli per non rendere più gravose le conseguenze, i costi e il relativo intervento medico-chirurgico-odontoiatrico.
Condividi su Google Plus

Segui Daniele Martini

La nostra voce sarà più grossa se ci sarà anche la tua!
    Cosa ne pensi?
    Dillo su Facebook

0 commenti :

Posta un commento