Bat, in rete aumentano gli annunci “truffa” di prestito di denaro “fai da te”

BARLETTA - Quali insidie si nascondono dietro codesti annunci? «Buongiorno, sono un privato, azionista di banca e direttore di molte imprese del posto. Sono un uomo nel mondo degli affari. Dispongo di un capitale molto importante, concedo prestiti dai 2.000 € agli 800.000.000 € rimborsabile (a determinare) ad un tasso d'interesse debole secondo la somma chiesta e la durata di rimborso. Non faccio usura su prestito, peraltro la legge lo vieta. NB: la fornitura della vostra carta d'identità o il vostro passaporto con il vostro indirizzo domiciliare è obbligatorio, astenersi se non siete seri pena d'azione giudiziaria». Tutto ciò in apparenza sembrerebbe un fenomeno scaturito dal periodo economico che stiamo vivendo, di fatti vagando in lungo e in largo tra le vie e retrovie del web, cercando tra gli annunci di offerte di lavoro che le aziende del territorio della sesta provincia mettono in rete, non di rado capita di imbattersi in annunci di prestiti di denaro, annunci che, cosi come vedrete nel proseguo dell’articolo sono scritti in un italiano non molto corretto, facile quindi intuire che colui che presterebbe denaro non sia italiano e che utilizza gli stessi testi per compiere truffe in più paesi, semplicemente traducendo gli annunci con un traduttore online:« Offro servizi finanziari alle famiglie e alle persone solo nel urgente bisogno di fondi per essere in grado di rimborsare il prestito senza preoccupazioni maggiori in caso di pagamento mensile. Sappi che io sono molto diffidente verso chiunque visto che sta accadendo oggi la rete così chiedo alle persone di essere onesti dicendo specificamente uomini di malafede non rispondere alla mia offerta al fine di evitare meno guai con la polizia internazionale. NB: Garantisco in 5000 a 700.000 euro, con un tasso di interesse è del 5% rimborsabile in un periodo che va da 2 a 15 anni con condizioni ragionevole Se siete interessati nella mia offerta mi contatti al più presto possibile si può discutere sulle modalità e sui documenti necessari», «Offro di prestito di denaro tra privato ad un tasso di 3%. Grazie di contattarmi con quest'e-mail (prestatrice xxxxx) e detta io l'importo che desiderate avere come prestito infine che possa voi date le condizioni. Grazie», «Buongiorno Sono un banchiere in pensione che lavora di cuore con la mia banca. ho una grande somma nel mio conto e la mia preoccupazione è d aiutato la gente non avente i mezzi per realizzare il loro progetto, io aiuta la gente seria ed onesta, che può rimborsare questo prestito nel tempo normale. Ciò lascerà la cura di lavorare in stretta collaborazione con il mio notaio per le procedure di utilizzare per effettuare questa transazione. Offro prestiti a breve, medio e lungo termine che vanno del 2000 € a 500.000 € ed oltre. La mia zigrinatura è realizzata con un interesse del 3%. Grazie non di contattarmi mail: prestatricexxxxx Grazie». Ciò che emerge dalla rete pare che negli ultimi tempi stiano aumentando i tentativi di furto di dati personali e bancari tramite i siti di annunci gratuiti, infatti il fine di questi finti ricchi è quello di ottenere i nostri dati bancari quali IBAN e le copie dei nostri documenti di identità al fine del loro utilizzo fraudolento. Alcuni sostengono che sia sufficiente l'IBAN e i dati dell'intestatario del conto corrente per riuscire ad utilizzare il denaro all'interno di questo, ad ogni modo è sempre meglio non divulgare dati sensibili a persone che non conosciamo. Quella della truffa on line è una delle tante piaghe figlia della crisi economica, i motivi di tutto ciò sono da ricercarsi nel calo del numero di prestiti personali che vengono concessi dalle banche alle famiglie italiane. La crisi continua a farsi sentire, e purtroppo molte famiglie italiane continuano a faticare a far quadrare il proprio budget mensile. Proprio per questo affrontare una spesa extra diventa davvero molto difficile se non con l'ausilio di un finanziamento ecco quindi che cadere nella rete di certi truffatori non risulta essere la cosa più improbabile di questo mondo.
Condividi su Google Plus

Segui La Voce Grossa

La nostra voce sarà più grossa se ci sarà anche la tua!
    Cosa ne pensi?
    Dillo su Facebook