Barletta, incontro presso la chiesa di S.Andrea per il Comitato Progetto Uomo

Il Comitato Progetto Uomo organizza per martedì 10 febbraio alle ore 19,30 nella PARROCCHIA DI SANT’ANDREA, un momento di riflessione guidato dal parroco, don Pino Paolillo, sul messaggio dei Vescovi Italiani: “SOLIDALI PER LA VITA”. Di seguito, il presidente dell’Associazione, ing. Luigi Carruezzo, presenterà al pubblico l’opera del Centro d’Aiuto per gestanti e mamme in difficoltà della nostra città.

Dall’anno 2010,la nostra onlus opera sul territorio di Barletta con il CENTRO D’AIUTO per le gestanti e le mamme che si trovano in stato di precarietà economica. L’intento è quello di aiutare le donne in difficoltà a continuare la gestazione (offriamo supporto umano e quanto è necessario per il parto) e sostenere le neo-mamme nella cura del proprio bambino offrendo prodotti alimentari, igienici, abbigliamento e arredo per i neonati, fino al compimento del primo anno di età e in alcuni casi anche oltre.

Accanto all’aiuto materiale, grazie all’opera delle nostre professioniste volontarie, offriamo anche momenti mensili di formazione aperti a tutte le mamme e utili alla loro opera di cura. Attualmente, il Centro d’Aiuto è attivo presso la Parrocchia San Giovanni Apostolo il venerdì dalle ore 9.30 alle ore 11.30. A tale servizio fanno riferimento nostre concittadine ma anche donne di nazionalità straniera che vivono in contesti di disagio sociale: ragazze madri, genitori senza reddito, donne con il marito o il convivente in stato di detenzione, donne abbandonate dal partner, immigrati non ancora inseriti nell’ambito lavorativo, ecc..

E’ chiaro che uno dei valori fondanti la nostra Associazione è la tutela della vita umana ad iniziare dal suo concepimento. E’ questo il motivo che ci induce ad aderire con entusiasmo alla 37.a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA indetta dai Vescovi Italiani, per non farci assuefare alla cultura dello sc
Condividi su Google Plus

Segui La Voce Grossa

La nostra voce sarà più grossa se ci sarà anche la tua!
    Cosa ne pensi?
    Dillo su Facebook