Auto usate, impazza la moda delle supercar: +21,5% in un anno

In periodi di crisi, c’è qualcuno ancora disposto a non rinunciare al lusso. Il dato sorprendente è fornito da AutoScout24 e riguarda le automobili di lusso di seconda mano. Un mercato delle auto usate senza dubbio sui generis, che ha fatto registrare un incremento annuale del 21,5%. Le analisi sono state condotte su un campione di 350mila inserzioni, per un range di prezzo compreso tra le 40mila e le 250mila inserzioni. Il dato che più lascia stupiti è però quello relativo ai contatti e alle visite generate da questo segmento. I numeri esaminati in un anno hanno fatto emergere un incremento dei potenziali acquirenti del 53,5%.

Le motivazioni che spingono i comuni cittadini a dotarsi di un’auto di lusso potrebbero essere molteplici. In primo luogo, va considerato il desiderio e la soddisfazione di mettersi alla guida di un’auto con determinate caratteristiche. In seconda analisi, non va scordato il potenziale valore che queste auto potrebbero assumere negli anni a venire. Numeri alla mano, sono appena 75mila (che di questi tempi non sono affatto pochi) gli euro da sborsare per una Ferrari 599 GTB Fiorano F1 del 2006, contro gli oltre 250mila richiesti per una F12. Per gli amanti della sportività e dello stile inglese, AutoScout24 propone una vera leggenda automobilistica: la Bentley Gt del 2005, a 65mila euro.

La conferma di questa tendenza arriva anche dalle parole di Vincenzo Bozzo, amministratore delegato di AutoScout24. Un momento d’oro per il mercato del lusso, che non ha conosciuto crisi nemmeno sul versante del nuovo, nonostante le difficile situazione economica di questi ultimi anni. L’affezione per il mercato del lusso non è una novità: già dal 2008, si sono registrati i maggiori incrementi nei volumi di vendita. Una disamina, quella di AutoScout24, che fa sicuramente riflettere. Che gli italiani abbiano deciso d’investire sulle automobili di lusso?
Condividi su Google Plus

Segui Giornale di Puglia

La nostra voce sarà più grossa se ci sarà anche la tua!
    Cosa ne pensi?
    Dillo su Facebook