Ostuni. "Città che legge": l’assessore Palmisano partecipa alla convention di preparazione all’avvio dei progetti

OSTUNI (BR). Sono 363 i Comuni italiani, di cui 27 pugliesi, inseriti dal "Centro per il libro e la lettura"- istituito come ente autonomo dal Ministero dei Beni culturali, delle Attività culturali e del Turismo (MIBACT) - nella lista delle città in cui si svolge un lavoro integrato di promozione della lettura. Unica della Provincia di Brindisi, Ostuni è stata eletta ad aprile scorso "Città che legge", grazie alla sinergia di diverse associazioni culturali, professionisti e personalità che operano sul territorio comunale. I Comuni che risultano inseriti nell’elenco ufficiale delle “Città che leggono”, avranno la possibilità di partecipare ai bandi che il "Centro per il libro e la lettura" avvierà di qui in avanti per premiare i progetti più meritevoli. 
Si è tenuta ieri, venerdì 9 marzo, presso la Fiera dell’Editoria "Tempo di Libri" a Milano, la prima convention dedicata al progetto ministeriale a cui sono stati invitati a partecipare gli amministratori dei Comuni selezionati. Per la Città bianca è stata presente l’assessore con delega all’Istruzione e alla Biblioteca, Antonella Palmisano.
"Alla Convention 'Città che legge' si è svolta una grande Festa del libro e dei lettori" dichiara l’assessore Palmisano "una celebrazione della carta e delle parole in cui le amministrazioni sono state chiamate a ripensare la città attraverso i libri, far rivivere e stimolare la voglia di leggere e di imparare, trasformando il dovere in piacere attraverso la rete di diffusione della lettura. In quest’occasione è stato reso noto il prossimo bando a cui il Comune di Ostuni parteciperà subito con un progetto ambizioso, supportato anche dall'assessore alla Cultura e al Turismo Vittorio Carparelli in sinergia con la nostra biblioteca, struttura che sta conquistando giorno dopo giorno sempre più consensi e partecipazione grazie alle numerose e lodevoli  iniziative che giornalmente vengono proposte. L'amministrazione è chiamata a creare ulteriori occasioni di aggregazioni e confronto e senza riserve continuerà la promozione della lettura e della cultura  intese come più importante strumento di riscatto sociale".
Avviato in collaborazione con l’ANCI, il progetto nasce infatti dall’esigenza di affermare l’importanza della lettura come fattore essenziale per lo sviluppo intellettuale, sociale ed economico delle comunità coinvolte. A distanza di quasi un anno dalla pubblicazione dell’avviso pubblico a cui il Comune di Ostuni si è candidato, la convention di Milano rappresenta l’occasione per fare il punto sul lavoro svolto sinora, analizzare le tematiche da sviluppare e raccogliere spunti per il futuro. Tra i relatori che sono intervenuti, l’assessore alla cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno, il fondatore di Eataly Oscar Farinetti, il direttore della Scuola di Roma Fund-Raising Massimo Coen Cagli, il Presidente della Commissione ACRI Attività e Beni Culturali Marco Cammelli e un rappresentante di una delle città europee UNESCO della letteratura. 
Condividi su Google Plus

Segui Daniele Martini

La nostra voce sarà più grossa se ci sarà anche la tua!
    Cosa ne pensi?
    Dillo su Facebook

0 commenti :

Posta un commento