Ostuni: il sindaco Coppola elogia l’operato degli agenti della Polizia di Stato

OSTUNI (BR). È stato un cerimoniale intenso e partecipato quello che si è tenuto nella prima serata di martedì 10 aprile, tra la scalinata virgiliana e il lungomare Regina Margherita di Brindisi in occasione dei 166 anni dalla fondazione del Corpo di Polizia di Stato. Rappresentanti delle Forze dell’Ordine e delle Istituzioni hanno dato appuntamento alla cittadinanza che ha preso parte numerosa alla prestigiosa ricorrenza, che si è svolta tra momenti celebrativi e di spettacolo. 
A onorare il considerevole valore della Polizia di Stato, nella doppia veste di sindaco e di ex generale dell’esercito militare, Gianfranco Coppola. Il primo cittadino ostunese ha elogiato il fondamentale contributo degli agenti di Polizia in servizio presso il Commissariato della Città bianca, soprattutto alla luce degli ultimi accadimenti criminosi. 
"Durante quella che è stata una bellissima festa" ha dichiarato il Sindaco Coppola a margine dell’evento celebrativo "è emerso dalla viva voce del Questore Maurizio Masciopinto, un dato di notevole rilievo: in tutta la Provincia di Brindisi e in particolar modo nel Capoluogo, verrà incrementato il numero degli agenti di Polizia, attingendo anche agli studenti delle Accademie. In un territorio esteso e difficile da gestire, grazie al costante impegno delle Forze dell’Ordine, sento di poter tranquillamente asserire che il livello di sicurezza è quanto mai rispondente alle esigenze della comunità. Parlo in particolare del territorio comunale che ho l’onore e il piacere di amministrare della dedizione e del coraggio con cui gli agenti del Commissariato ostunese prestano il loro servizio. Che sussistano episodi criminosi ritengo sia del tutto fisiologico; mi riferisco ad esempio all’assurdo tentativo di rapina con spaccata avvenuto nella tarda mattinata di sabato scorso ai danni di una gioielleria situata sul principale corso commerciale cittadino. Coloro che hanno tentato di mettere a segno un colpo del genere sono pazzi, piuttosto che criminali. Al di là di questo, prendendo in considerazione anche altri sporadici episodi delinquenziali, ritengo che il livello di sicurezza interno alla Città bianca sia decisamente alto. Non intendo parlare di Ostuni come un’isola felice ma sento di ringraziare tutte le Forze dell’Ordine presenti, quindi Polizia, Guardia di Finanza, Carabinieri e anche i numerosi Istituti privati di vigilanza, che rappresentano una solida garanzia di sicurezza. In un territorio altamente turistico come quello ostunese, un livello adeguato di sicurezza è assolutamente fondamentale per continuare ad accogliere adeguatamente le centinaia di migliaia di ospiti che puntualmente scelgono di visitare i nostri luoghi".

Condividi su Google Plus

Segui Daniele Martini

La nostra voce sarà più grossa se ci sarà anche la tua!
    Cosa ne pensi?
    Dillo su Facebook