Come capire le quote dei bookmaker e puntare sulla Serie A: consigli per scommettere online responsabilmente

Il campionato di Serie A si è concluso da poche settimane consegnando ancora alla Juventus l'ambito Scudetto e dando appuntamento al prossimo 24 agosto per la prima giornata della stagione 2018/19. Chi senza calcio proprio non può stare, d'altra parte, ha davanti a sé un'estate molto interessante: anche se l'esclusione della Nazionale azzurra continua a bruciare, l'appuntamento con i Mondiali sta già catalizzando l'attenzione di tutti gli appassionati e, chiuse le adrenaliniche gare di Russia 2018, sarà il momento di tuffarsi nella sessione estiva del calciomercato.

Il successo delle scommesse sportive online

Se la passione per il pallone continua, come da tradizione, ad essere una delle più diffuse e trasversali nel Bel Paese, di pari passo cresce anche quella per le scommesse sportive e per il betting online: ed in effetti, congedata ufficialmente la schedina di un tempo, oggi quote e pronostici corrono sul web e mettere a segno una giocata e questione di pochi click o tap.

Puntare sulla Serie A rende ancora più emozionante seguire l'evoluzione del campionato giornata dopo giornata, ma per giocare in modo sicuro è necessario essere responsabili, scegliere con attenzione il proprio gestore di riferimento e sapere come muoversi nell'intricato mondo del betting sportivo.

Scegliere la piattaforma di betting online

Saper valutare l'affidabilità del portale online sul quale registrarsi e realizzare le puntate sulle partite della massima serie è senza dubbio il punto di partenza per giocare in modo sicuro: contenuti chiari e navigabili con semplicità, formule di scommessa variegate, quote convenienti e accessibilità anche tramite smartphone e tablet sono elementi immancabili, ma mai trascurare dettagli chiave, come la presenza del logo AAMS, del protocollo HTTPS e di dettagliate spiegazione sui meccanismi di sicurezza e sistemi di protezione dell'utente adottati.


Capire come funzionano le quote

Il secondo concetto che il novello scommettitore deve sempre tenere a mente riguarda il significato delle quote. Capire il senso sotteso alle quotazioni che il bookmaker associa a ciascuno dei possibili esiti di una giocata non vuol dire solo saper scegliere il valore più conveniente, ma in primis comprendere che la quota, di per sé, rappresenta già un pronostico tendenzialmente affidabile.

Come vengono calcolate le quote associate ai risultati di una partita di Serie A? Nello stimare i valori associati alla vittoria della squadra che gioca in casa (1), a quello della squadra ospite (2) o ad un pareggio (X), ad esempio, le variabili considerate sono moltissime: dalla forma dei singoli giocatori, alle performance delle ultime giornate, all'esito dei precedenti incroci, fino ad arrivare alla motivazione potenziale con cui i team potrebbero affrontare la gara. In ogni caso, l'obiettivo del bookmaker rimane sempre lo stesso: associare all'esito più probabile una quota inferiore e a quello più complicato una quota maggiore, tentando di allettare i giocatori e, parallelamente, prevedendo sempre un margine di guadagno.

In più, a partire da una determinata quota è sempre possibile ricavare la probabilità che il gestore ha stimato per quel particolare evento. Viene in nostro aiuto un semplice calcolo: probabilità evento = 100 / quota.

Chiariamo questo concetto con un esempio. Poniamo di trovarci di fronte ad un classica del campionato italiano, come Juventus – Inter, e che le quote proposte dall'operatore siano: 1 (1,40) X (2,30) 2 (3,50).

Così, la probabilità di vittoria della Juventus è pari a 100 / 1,40, cioè circa al 70%. A dispetto di quanto ci si potrebbe attendere, calcolando le varie probabilità e sommandole raramente il risultato equivale a 100: ciò si verifica proprio in ragione di quegli aggiustamenti delle quote operati dai bookmaker per tentare di influenzare i giocatori.

In sostanza, va tenuto a mente che le quote rappresentano una buona indicazione di massima, ma l'intuito dello scommettitore e la conoscenza delle caratteristiche delle forze in campo rimane fondamentale per dar vita a pronostici davvero affidabili.

Le regole fondamentali per giocare in modo responsabile

Dopo aver esplorato il significato delle quote, possiamo passare ad elencare alcuni consigli basilari, che tuttavia è sempre bene tenere a mente.

Studiare la Serie A

Come accennato in precedenza, la prima regola del buon giocatore è conoscere ciò su cui si scommette: quote, pronostici scovati online e sistemi di gioco possono essere utili elementi per mettere a segno giocate vincenti e godersi la soddisfazione di un piccolo guadagno, ma solo un attento studio delle caratteristiche delle squadre e dei protagonisti del campionato assicura un margine di errore sempre più ridotto. Mantenersi aggiornati sui movimenti in classifica, sui risultati delle ultime giornate, sullo stato di forma delle squadre e persino su infortuni e vicende personali dei singoli giocatori consente così di avere una visione di insieme simile a quella dei bookmaker.

Sapere sempre tutte le ultime dai campi da gioco, ad esempio, può tradursi nella possibilità di sfruttare l'improvviso infortunio di una delle punte di una formazione data per vincente, per scommettere sulla vittoria degli avversari, naturalmente con l'obiettivo di battere sul tempo i gestori, sempre pronti a rivedere le quote ad ogni minima variazione delle forze in campo.

Impostare un tetto di spesa

Fondamentale approcciarsi al gioco con metodo: se l'obiettivo è quello di guadagnare qualcosa con le giocate online o per lo meno di andare in paro con le perdite, è indispensabile tenere scrupolosamente nota delle entrate e delle uscite.

Basta davvero poco: un'app per la gestione delle spese da installare sullo smartphone o un banale file excel da compilare al computer ed ecco che avremo sempre a portata di mano la nostra pianificazione settimanale o mensile delle puntate.

Pari modo utile anche fissare una somma a disposizione per le giocate, sempre settimanale o mensile, alla quale attenersi in modo rigoroso. Questo accorgimento è utile non solo per evitare di incappare nelle conseguenze della frenesia del gioco, ma anche per capire come distribuire in modo intelligente il budget a disposizione.

Ricordare che ogni scommessa comporta un rischio

Come guadagnare puntando sulla Serie A? Come fare scommesse vincenti? A tutti noi è capitato di fare ricerche simili online, allettati dalla possibilità di scovare sistemi infallibili per guadagnare puntando sul campionato. Nonostante il web pulluli di articoli che propongono sistemi di gioco per vincite sicure, occorre ricordare sempre che non esistono strategie in grado di garantire guadagni certi.

Viceversa, ogni giocata, anche la più semplice, prevede sempre un certo fattore di rischio. Imparare a calcolare tale rischio e a gestirlo correttamente è la vera abilità che contraddistingue lo scommettitore esperto.

Esempi di strategie per puntare sul campionato di Serie A

Abbiamo visto quali sono i fattori basilari da conoscere per approcciarsi alle scommesse sportive online, ma nella pratica è più profittevole orientarsi su giocate sicure accontentandosi di piccole vincite o rischiare di più mirando alle quote più interessanti?

Una buona strategia può essere quella di adottare soluzioni che si collocano nel mezzo, sfruttando sistemi di gioco come quello delle classiche giocate multiple ripetute.

In primis, dobbiamo fissare un budget di spesa mensile, ad esempio pari a 30 euro. Quindi, scegliamo di orientarci su piccole poste, ad esempio da 5 euro, così da poter ripetere la nostra giocata sei volte nell'arco del mese rimanendo all'interno del tetto stabilito. Per rendere interessante la scommessa dal punto di vista della possibile vincita miriamo almeno ad una quota 4, che corrisponde ad un premio eventuale pari a 20 euro con una probabilità del 25%. Invece di scommettere l'intera somma su un unico esito, puntiamo su 3 quote minori, ad esempio pari a circa 1,30 (che singolarmente hanno una probabilità di verificarsi maggiore del 75%), così da ottenere complessivamente un valore simile a quello iniziale (1,30 x 1,30 x 1,30 = 4).

Per andare in paro con il nostro investimento mensile, occorre centrare la quota 4 solo due volte sul totale delle sei giocate possibili.

Un metodo che illustra il potenziale delle scommesse in cui il rischio cresce è quello delle cosiddette "puntate rischia tutto". La logica di base è semplice: possiamo iniziare puntando 5 euro su una quota pari a 4, come visto in precedenza; in caso di vittoria, ripetiamo lo stesso identico tipo di giocata, investendo i 20 euro guadagnati nuovamente su una quota 4. Con una buona dose di fortuna possiamo arrivare ad una vincita complessiva di 80 euro, mentre in caso contrario, la perdita effettiva equivarrà solo ai 5 euro iniziali.
Condividi su Google Plus

Segui Giornale di Puglia

La nostra voce sarà più grossa se ci sarà anche la tua!
    Cosa ne pensi?
    Dillo su Facebook