Ostuni: domenica 3 giugno proiezione del documentario "Rinascere dalla Terra" nella Biblioteca Comunale

OSTUNI (BR). Si terrà domenica prossima, 3 giugno, alle ore 20.30, la proiezione del documentario "Rinascere dalla Terra", un vero e proprio viaggio filmico alla scoperta dell'agricoltura biologica e delle tecniche alternative di coltivazione e raccolta sostenibile del cibo, creando un film che ci parla della generosità della Terra, ma anche di una personale trasformazione di vita.
Organizzato su iniziativa di Antonella Turco, sensibile professionista ostunese ideatrice di questo e altri importanti appuntamenti culturali, l’evento è patrocinato dal Comune di Ostuni ed è stato programmato grazie al sostegno dell’assessore all’ambiente Luigi Nacci e dell’assessore alla cultura e al turismo Vittorio Carparelli.
A seguito di una serie di collaborazioni a titolo gratuito svolte all’interno di fattorie biologiche sparse nei Paesi del Mediterraneo, il regista messicano-canadese Raùl Alvarez presenta a Ostuni il suo ultimo lavoro, incentrato sulle tecniche dell’agricoltura biologica, della coltivazione e della raccolta sostenibile del cibo. L’essenza che ha dato vita all’indagine condotta dal regista, si fonda sulla considerazione della immensa generosità della Terra, sulla perfezione dell’ecosistema e degli ambienti naturali. Durante il suo viaggio, Alvarez incontra personaggi unici che interroga su temi come "agricoltura", "lavorazione della terra", "supermercati" e anche sul termine "erbacce". 
Un'avventura affascinante e coinvolgente, che rivela approcci alternativi alla produzione del cibo. Nella meravigliosa cornice dei colori del Mediterraneo, questa esperienza diviene una riflessione spirituale sul nostro profondo e sacro rapporto con la Terra.
L’evento, inserito nella Tournée di promozione della pellicola, prevede la presenza del regista Raùl Alvarez, disponibile, a seguito della proiezione, a un informale dibattito con i presenti.
Condividi su Google Plus

Segui Daniele Martini

La nostra voce sarà più grossa se ci sarà anche la tua!
    Cosa ne pensi?
    Dillo su Facebook