Ostuni. Ospedale: il sindaco Coppola segnala alla Sanità la carenza di personale e il ridimensionamento operativo del Laboratorio analisi

OSTUNI (BR). Emergono nuove criticità all’interno dell’Ospedale civile di Ostuni, che riguardano questa volta la gestione del Laboratorio analisi, interessato da una forte carenza di personale. Il reparto rischierebbe infatti l’interdizione alle richieste da parte di pazienti non ricoverati presso lo stesso nosocomio a partire dal prossimo 1° luglio. Dopo aver informato il dott. Giuseppe Pasqualone, Direttore Generale dell’ASL BR/2 con una missiva che porta la data di sabato scorso, 23 giugno, nella mattinata di mercoledì 27 giugno il Sindaco di Ostuni Gianfranco Coppola scrive ai vertici della Sanità pubblica regionale per segnalare la gravità di quanto sta per accadere e allo stesso tempo proporre una soluzione che scongiuri la chiusura del reparto alle richieste esterne. 
"Ho raccolto direttamente le testimonianze del personale operante all’interno del Laboratorio analisi" spiega il Sindaco Coppola nella comunicazione "e mi rivolgo ai vertici regionali sia politico/amministrativi, che sanitari, affinché non si dica domani, come accaduto in altre occasioni, che a Bari non fossero al corrente delle problematiche riguardanti il territorio ostunese. La chiusura dal prossimo primo luglio del Laboratorio analisi alle richieste di pazienti esterni, non degenti quindi presso il presidio ospedaliero, rappresenta un grave disservizio in termini di assistenza sanitaria minima, perpetrato a svantaggio non solo dei cittadini ostunesi e dei comuni limitrofi che contano sulla struttura ospedaliera, ma anche delle migliaia di turisti che già affollano il nostro territorio. L’Ospedale di Ostuni, declassato a struttura di base per mezzo del dissennato piano di riordino voluto dal Presidente Emiliano, continua dunque a presentare lacune difficili da colmare senza il supporto costante delle autorità regionali competenti. Indirizzo questa lettera anche al dott. Angelo Santoro, responsabile del reparto ostunese confidando anche nel suo intervento, per contribuire alla ricerca di una soluzione tempestiva e condivisa dai vertici regionali e provinciali, cui chiedo di individuare il percorso più adeguato per giungere a un provvedimento immediato e risolutore". 
Condividi su Google Plus

Segui Daniele Martini

La nostra voce sarà più grossa se ci sarà anche la tua!
    Cosa ne pensi?
    Dillo su Facebook