Maria Sole Pollio(intervista):« Vivo di musica… accompagna ogni mio viaggio sia emotivo che in senso reale»






























Nicola Ricchitelli - Dopo un anno Maria Solle Pollio è tornata sul palco di Battiti Live con Elisabetta Gregoraci e Alan Palmieri.

Durante le 5 tappe (30 giugno- 28 luglio ogni domenica) la giovane attrice raccoglierà le domande del pubblico per i tanti cantanti che si esibiranno sul palco. E’ stata scelta come inviata nel piazze per il festival musicale grazie alla sua spontaneità e freschezza che danno un pizzico di brio in più alle varie serate che andranno in onda su Italia 1 dal 10 di luglio.

Un grande ritorno anche DON MATTEO 12 che la vede attualmente impegnata sul set tra Spoleto e Roma. Il ruolo di MARIA SOLE in questa stagione sarà determinante per la serie che tutti i fan attendono con fremito.

Un’ estate molto proficua a livello professionale per la Pollio che, a soli 15 anni, si divide tra un fiction popolare molto amata e un palco prestigioso che la vede protagonista di una delle sue grandi passioni: la musica.

Dopo il successo di SE SON ROSE, dove interpretava il ruolo della figlia di Pieraccioni, certamente nell'inverno la rivedremo al cinema in un altro film.

Accogliamo quest’oggi sulle pagine de “La Voce Grossa”, Maria Sole Pollio.

Dunque Maria Sole, innanzitutto ti ringrazio per essere ospite quest’oggi del nostro spazio, e inizierei parlando di questa estate 2019 e quindi di Battiti Live….Cosa ci puoi raccontare di questa esperienza?
R:« Di BATTITI LIVE amo ogni cosa, il team che c’è dietro, l’accoglienza che ricevo nelle città in cui portiamo questo show, il pubblico e la loro energia, il rivedere amici/artisti esibirsi. Davvero tutto».

Allan Palmieri ed Elisabetta Gregoracci, qual è il tuo rapporto con loro e cosa hai appreso da loro fino a questo momento?
R:« Abbiamo un rapporto di squadra, siamo un bellissimo team e ci vogliamo tanto bene, sicuramente da loro apprendo sempre grande umiltà e professionalità».

E della Puglia? Hai avuto modo di visitare qualche città di questa meravigliosa terra?
R:« Purtroppo tra quest’anno e lo scorso sono riuscita a vedere ben poco, ma posso confermare che veramente è una terra spettacolare, proprio come i suoi abitanti».

Qual è il tuo rapporto con la tua musica?
R:« Io vivo di musica, è una grande ispirazione, è presente in ogni momento della mia giornata è accompagna ogni mio viaggio sia emotivo che in senso reale».

C’è qualche artista che prediligi particolarmente?
R:« Adoro Ultimo, i suoi testi sono poesia, e arrivano al cuore. E non posso non citarti Filippo (Irama) cui oltre a volergli un gran bene ho tanta stima».

Qual è il tuo stato d’animo prima di ritrovarti dietro alla console dinanzi a tutta quella marea umana?
R:« A differenza di ciò che si pensa non ho per niente ansia o paura, anzi non vedo l’ora di salire dietro a quella console. Mi diverto come una matta».

Maria Sole, ti sappiamo impegnata nelle riprese di “Don Matteo 12”, come si evolverà il personaggio di Sofia?
R:« Sofia è cresciuta tanto ed io con lei... quest’anno la ritroverete molto più serena, finalmente ha più consapevolezza della sua realtà. Non posso svelare  di più, ma posso dirvi che Sofia essendo un adolescente proprio come me - si sa noi adolescenti affrontiamo continue sfide - ne avrà parecchie insomma ne combinerà delle belle».

Cosa ci puoi raccontare della tua prima volta dinanzi ad una macchina da presa?
R:« E’stato esattamente come lo sognavo…Un momento eterno, che porterò per sempre nel cuore come l’inizio del mio sogno».

Tutto ebbe inizio dai video pubblicati  Youtube, da dove nacque l’idea di usare questo famoso canale di comunicazione per raccontare della tua vita?
R:« Nacque tutto dalla mia immensa voglia di condividere me stessa, e poi tra un sogno e l’altro tutto ha preso vita».

Poi arrivò Francesco Facchinetti, quanto è stato decisivo il suo incontro?
R:« Tanto! Lui per me è una continua ispirazione. Abbiamo costruito questo percorso insieme passo dopo passo…ma noi sappiamo che è semplicemente l’inizio».

Maria Sole per una ragazza della tua età cosa rappresenta la parola futuro?
R:« Per molte ragazze dubbi e incertezze, sai molto spesso si ha timore del futuro. Per molte altre - me compresa - il futuro è la possibilità di realizzare tutto ciò che desidero è l’opportunità di crescere e diventare la donna che sogno di essere».



Condividi su Google Plus

Segui Nicola Ricchitelli

La nostra voce sarà più grossa se ci sarà anche la tua!
    Cosa ne pensi?
    Dillo su Facebook