Latest News

martedì 9 luglio 2019

Moda, un’estate tra oversize e originalità. Ed occhio a Hilfiger e Scotch&Soda…

Per anni è stata statica e sobria, ma negli ultimi tempi la moda per l’uomo ha subito una significativa variazione, grazie agli apporti dell’abbigliamento sportivo e delle nuove generazioni. Ha raggiunto una soglia di sperimentalismo mai varcata finora e i prodotti da uomo hanno avuto un decisivo impatto sul mercato. Alla pari della moda donna, che invece ha sempre mostrato più dinamicità e vicinanza alle nuove tendenze che di anno in anno si sono succedute. Per l’uomo e la donna, insomma, nella primavera-estate del 2019 questi cambiamenti vengono tutti a galla, dal momento che muta completamente il senso del vestirsi: si perdono i confini tra i generi ed aumentano le novità nel lungo periodo. Anche il sartoriale, immutabile, si è fatto sperimentale. L’eleganza è diventata asimmetrica ed avvolgente, le camicie più larghe, le sneakers voluminose, un passo indietro nel tempo ed un ritorno agli anni ’80

Con il contributo di Dior di Kim Jones, e di altri brand come Louis Vuitton, sempre più sperimentali, cambierà l’abbigliamento sartoriale: giacche asimmetriche spopolano sul mercato, saranno la vera novità della stagione. Per la scarpa non ci sono dubbi: occhi puntati su Adidas, che ha prodotto le sneakers più attese del 2019, le Nite Jogger, belle e voluminose, assottigliate e alleggerite, pronte a dominare il mercato. Il colosso dell’abbigliamento sportivo tedesco però va sempre di moda per molto altro: che cosa c’è di meglio di una bella giacca primaverile con l’iconico logo Adidas, o dei pantaloncini o delle semplici t-shirt, comode e funzionali per la vita di tutti i giorni, tanto per una corsetta quanto per una uscita casual con gli amici nelle sere di primavera ed estate? Sempre consigliatissimo.

Per gli amanti delle camicie il nuovo modello di riferimento è quello voluto da Pal Zileri: camicie da uomo, anche eleganti, spesso oversize, a proporzioni maggiori o quantomeno con tagli meno classici. La manica a tre quarti, il colletto coreano, proporzioni totalmente sconvolte. E magari delle belle borse da abbinare: sempre più simili a quelle da donna, a tracollo, a mano, borse di lavoro da nuova generazione, tutto per diversificare un ambiente dove regnava incontrastato, fino a poco tempo fa, solo lo zaino. T-shirt sì, a quantità, ma la polo in maglia continua a differenziarsi in classe ed eleganza. E, dopo il successo della scorsa estate, è pronta a confermarsi per il 2019. E poi perfetta su tutto: pantaloni sartoriali e in chino, anche con giacche ed abiti.

Il brand su cui puntare può essere senza dubbio quello di Tommy Hilfiger che, sia per uomo sia per donna, ha previsto una serie di novità e cambiamenti: dalla maglieria, partendo dalla semplice polo a tinta unita, alle t-shirt, fino alle espadrillas, le vere compagne dell’estate 2019. Novità anche per i sandali da donna, alti e allacciati, o se si preferisce con tanto di borchie a decorare il tutto. Per l’uomo, soprattutto per chi ama vestirsi in maniera classica ed elegante, il mocassino Tommy Hilfiger fa la differenza (vedi qui).

Altro brand su cui porre l’attenzione è Scotch&Soda, che propone una vasta scelta a prezzi più modici o comunque inferiori a quelli del brand Hilfiger. Anche in questo caso ampia scelta sia per uomo, dalle camicie a quadrettoni over-size, ai parka, alle magliette denim fino alle più classiche e comode sneakers, e per le donne, dai top, sempre consigliati in stagione estiva, alle scarpe basse senza tacco, modello pantofola ma eleganti e funzionali, fino alla gonna-bermuda, la flessibilità di una gonna in un formato a pantaloncino (controlla qui).

Per quel che riguarda gli accessori, gli occhiali, per questa estate, cambiano forma: vanno di moda quelli da sole modello ciclista. Come giubbotto primaverile il trench si conferma certezza indiscutibile, per le mezze stagioni, anche se modificato, decorato, tagliato e stampato, con i suoi connotati ben in mostra. Semplicemente irrinunciabile. La vera tendenza però sarà il workwear, ovverosia il capo d’abbigliamento direttamente ispirato al mondo dei lavori manuali. Ha già dominato l’inverno appena trascorso, è pronto a farlo in primavera ed estate, assieme ai pantaloncini, quest’anno davvero corti: inguinali, perlopiù, come i costumi, perfetti per la camicia. Il colore designato per dominare il 2019 è assolutamente il verde, che ruba la scena ai classici e sempre in voga, comunque, bianco e giallo.

Contatti

Per collaborazioni e comunicati stampa si prega di contattarci all’indirizzo e-mail:

Nicola Ricchitelli (Responsabile Commerciale e Direttore Responsabile).

Chi siamo

La Voce Grossa è un quotidiano online e cartaceo avente sede a Barletta registrato presso il Tribunale di Trani - N.05/2013 del 22 aprile 2013 - La Voce Grossa © Tutti i diritti sono riservati.

Siti amici