Header Ads

Ghigo Renzulli racconta in un libro quarant’anni di Litfiba, dal 26 novembre nelle librerie l’autobiografia del chitarrista simbolo del rock italiano


Ha alzato la mano destra e ha giurato di dire tutta la verità…soltanto la verità…è la promessa che lo storico chitarrista dei Litfiba, Ghigo Renzulli ha fatto dal suo profilo Facebook, a qualche ora dall’uscita del suo libro autobiografico – scritto a quattro mani con il giornalista Adriano Gasperetti – in uscita il prossimo 26 novembre “Ghigo Renzulli - 40 da Litfiba” in tutte le librerie.

Un libro a tratti inaspettato per i suoi fans di sempre, lui Ghigo Renzulli ha da sempre dimostrato di essere lontano parente di certe eccentricità che hanno caratterizzato il suo socio Piero Pelù con cui per più di trent’anni ha condiviso studi di registrazione e palcoscenici, con cui ha scritto vere e pietre miliari della musica rock italiana.

Renzulli non ha mai rinnegato il nome Litfiba, e c’è da scommetterci che difficilmente spalerà merda sugli anni che portarono alla rottura con il signor Pelù durante i la fine degli anni novanta, un libro che si promette avere come filo conduttore la musica, dall’esperienza Cafè Caracas, alla nascita di una delle più longeve rock band italiane, i Litfiba. Federico “Ghigo” Renzulli racconta e si racconta, a cuore aperto e senza segreti, nell’autobiografia ’40 Anni da Litfiba’.

Un racconto nudo e crudo, senza prediche o sermoni, di una grande passione per la musica: Ghigo riflette, ricorda, e traccia un percorso in cui nulla è nascosto ma tutto è alla luce del sole, un percorso da seguire con attenzione per capire quanto la musica abbia indirizzato la sua vita con tutte le vittorie e gli immancabili scazzi.

L’infanzia, l’esperienza londinese, la voglia di vivere la musica d’oltremanica, il periodo punk, la new wave e il ritorno in Italia. Tredici album in studio con i Litfiba, oltre a una decina di live e tre raccolte.

Grazie a questo libro si potranno seguire il lavoro in studio, le prove in sala, il dietro le quinte dei live e dei video, i viaggi su e giù per l’Italia e non solo, in poche parole la vita di un rocker italiano. I Litfiba hanno vissuto cambi di formazione e addii traumatici, ma Ghigo c’è sempre stato e c’è, pronto a trascinarli con la sua inseparabile chitarra. E poi, si narra anche la storia recentissima e quel progetto No.Vox, di composizioni puramente strumentali, che mette insieme le sue radici e tutte le sue passioni musicali. Ghigo Renzulli non è solo l’unico membro stabilmente presente nella band, è anche e soprattutto uno dei chitarristi più rappresentativi del panorama rock italiano. Il suo sound unico e inconfondibile è un vero e proprio marchio di fabbrica. 

Powered by Blogger.