Header Ads

SETTEMBRE - Online da oggi su YouTube il video di “DUE COME NOI”, secondo estratto dal disco d'esordio “GRATTACIELI DI BASILICO”


Dopo “Giugno”, trasmesso da Radio1 Stereonotte per tutta l’estate, i Settembre presentano “Due come Noi”, secondo estratto da “Grattacieli di Basilico”
, l’album d’esordio pubblicato a fine settembre da Oltre le mura Records e inserito da pochi giorni nella lista dei migliori album campani del 2020 secondo Shockwave Magazine.

"Due Come Noi" è una collezione di diapositive del viaggio artistico, umano ed emozionale di Angela e Ivan, coppia nella musica e nella vita. Una canzone manifesto, già trasmessa da Radio1, dedicata agli aspetti più intimi dell’amore, alla quotidianità, alle partenze e alle permanenze. Tra sogni e dolci riflessioni.

Il video è un collage intenso e sincero dei filmati della loro vita, senza filtri e imbellettature, come una story su Instagram. Ci sono tutte le città che hanno accolto il loro passaggio: Roma, Napoli, Milano, Parigi, Londra, Bologna, Sanremo, le Filippine.
 
Angela ed Ivan si conoscono al Circolo degli Artisti di Roma, ma diventano una band a Londra, dove vivono per qualche anno prima di decidere di trasferirsi a Teggiano, un paesino di campagna in provincia di Salerno. Qui costruiscono uno studio di registrazione in una masseria immersa fra gli ulivi e danno vita a “Grattacieli di Basilico”, un album che si muove con disinvoltura fra cantautorato, indie, bossa nova e jazz.
 
I SETTEMBRE PARLANO DI “DUE COME NOI”
Nel video ci sono i luoghi, i colori e le situazioni diverse che ci hanno accompagnato fino ad oggi. Città ed esperienze unite dalla musica.
 
"Due come noi, fragili eroi, un po’ amore e un po’ guai, abbracciati a quello che sarà, mentre dorme la città". Sono i versi di una canzone per chi crede nei propri sogni e nella potenza dirompente dell'amore per la vita. In un momento come questo ne abbiamo davvero bisogno.
 
SETTEMBRE
“GRATTACIELI DI BASILICO”
 
“Grattacieli di Basilico” è una dedica alla vita, a Londra, Roma e Teggiano. Un viaggio musicale alla scoperta di quegli spazi – reali o immaginari - che custodiscono la nostra intimità. Si parte dall’amore e si arriva all’amore, perché, qualsiasi cosa succeda, basta anche uno sguardo per star bene.
 
La bossa nova attraversa tutto il disco. Tra pianoforte, chitarra classica, cori e riverberi ricordiamo un passato musicale prezioso e ci addentriamo in un presente prepotente, ma non per questo minaccioso. Gli elementi autobiografici si mescolano come acquerelli con elementi cittadini e naturali, definendo universi onirici, atmosfere delicate, sensazioni dal sapore intenso e pervasivo.
 
Grattacieli di Basilico è stato scritto, prodotto e mixato interamente dal duo. Il mastering è stato affidato a Julian Lowe, ingegnere dal ricchissimo curriculum proveniente dai celebri Metropolis Studios di Londra.
 
Link all’album su Spotify:
 
Voce e immagini fanno questo disco intenso, come le foto di famiglia che ingialliscono nel tempo pur mantenendo vivi i sentimenti, e dilatato dal tocco espressivo di voce e cori.
Rockit.it
 
È sempre più difficile trovare musica valida e di qualità, ma “Grattacieli di Basilico” passa il test e ci conquista al primo ascolto.
Brainstorming Magazine
 
Talento d’altri tempi, si sarebbe detto in altri tempi. I Settembre mettono a frutto un connubio evidentemente efficace, senza sperimentare troppo ma senza risultare nemmeno troppo vintage.
MusicTraks
 
La bellezza di questo album è che riesce a portare nella tua stanza le atmosfere vissute da Angela e Ivan, i suoni lontani e riverberati in realtà portano queste sensazioni più vicine che mai.
Ukizero
 
Il loro album ci porta su percorsi che molti artisti in questo momento storico avrebbero paura di prendere dal momento che le classifiche portano altrove, ma seguendo quelle strade ci si ritrova in luoghi che, una volta raggiunti, restituiscono esperienze rare.
ShockWave Magazine
 
"Grattacieli di Basilico" è uno sguardo sincero sulle proprie mancanze, ma anche e soprattutto sulle ricchezze che queste mancanze hanno generato.
Music.it
 
“Grattacieli di Basilico” è un album nobile e raffinato, coadiuvato da un linguaggio poetico e penetrante.
Primo Ascolto
 
I SETTEMBRE PARLANO DI “GRATTACIELI DI BASILICO”
Già nella prima traccia, Teggiano, sono presenti i nostri caratteri distintivi. Melodie ricche e complesse che ricordano i grandi della bossa nova e del jazz pur volendo rimanere squisitamente pop e un linguaggio diretto e poetico. Le atmosfere vengono definite da suoni lontani e riverberati, dall’ un uso massiccio di chitarre classiche, chitarre lapsteel hawaiane, synth e orchestrazioni.
 
Ci siamo aperti a nuove soluzioni sonore, come in Due Come Noi, dove i versi culminano in un lungo assolo di lapsteel che ricorda i Pink Floyd o, nel gran finale dell'album con Le Tue Camicie - una canzone scritta per il papà di Angela, scomparso in giovane età e anche lui musicista - dove ci siamo lasciati andare a un’estasi sonora che sfocia nella psichedelía.
 
TRACKLIST
01 - Teggiano
02 - Lenzuola Blu
03 - Luna e Luca
04 - Due Come Noi
05 - Grattacieli di Basilico
06 - Giugno
07 - Roma di Sera
08 - Le Tue Camicie
 
CREDITS
Durata: 33:00
Etichetta: Oltre Le Mura Records - Roma
Autori: Ivan Imperiali e Angela Cicchetti
Produzione e Missaggio: Ivan Imperiali, Red Temple Studio - Teggiano (SA)
Mastering: Julian Lowe, JML Mastering - London



 
SETTEMBRE | BIOGRAFIA
Coppia nella musica e nella vita, Angela Cicchetti e Ivan Imperiali provengono dalla stessa regione, la Campania, ma si conoscono a Roma, nel quartiere bohèmien del Pigneto. Diventano una band a Londra, dove fanno la gavetta suonando nei locali canzoni della tradizione cantautoriale italiana riarrangiati per chitarra classica e voce. L’esperienza diventa un disco, “Settembre”, pubblicato dall’etichetta belga DimDin Records.
 
Nel 2018 Angela e Ivan decidono di tornare in Italia e vengono ammessi al Conservatorio Jazz di Salerno. Si stabiliscono nelle campagne di Teggiano (SA), nella casa che era appartenuta alla nonna di Angela, e lì costruiscono un piccolo studio di registrazione che chiamano il Red Temple Studio dal nome della zona in cui sorge (Tempa Rossa). Per i Settembre è un cambio di vita radicale, dalla metropoli alle colline di ulivi, che però consente loro di dedicarsi interamente al progetto.
 
Nel 2019 escono i loro primi 3 singoli: “Teggiano”, ispirato dal paese che li ha accolti, “Luna e Luca” e “Lenzuola Blu”.
 
Nel 2019 vincono il Music Indie Contest organizzato da NEM Nuove Energie Musicali, arrivano in finale al Premio Donida e partecipano ad Area Sanremo.
 
A Sanremo se ne innamora Red Ronnie, che li invita ad esibirsi in diretta tv nella sua storica trasmissione il Barone Rosso.
 
Il nuovo singolo, “Giugno”, pubblicato proprio a giugno 2020 e anticipa l'uscita dell'album d’esordio “Grattacieli di Basilico” che sarà pubblicato a settembre, e non poteva essere altrimenti.
 
Nel loro sound si incontrano l’amore per la canzone d’autore, la musica brasiliana, il jazz e l'indie.
Powered by Blogger.