Header Ads

Barletta, il prossimo 1 e 2 maggio va di scena l'evento "RespiraTeatro"


Sabato 1 e domenica 2 maggio il Teatro Fantàsia propone l’iniziativa “respiraTeatro” sotto la direzione artistica di Alessandro Piazzolla. Nessuno spettacolo, ma l’adorazione dell'assenza teatrale: contemplare uno spazio vuoto che urla il proprio silenzio e che ha bisogno di un respiro per essere riempito. Lasciarsi trasportare in un'atmosfera magica. Restare seduti in platea ad ascoltare sé stessi, liberi di essere ciò che si vuole, in un ambiente magico. Scegliere quale spettacolo immaginare di poter guardare, chiudere gli occhi e aprire un mondo infinito. Non è un’istallazione teatrale, non è uno spettacolo è la reale richiesta di vita artistica di un luogo, di una città di una nazione che vive in assenza di un bene fondamentale per la crescita.

In un momento storico in cui, il teatro viene considerato inutile, superfluo, si vuole sottolineare la presenza con l'assenza perché solo quando qualcosa manca davvero prende valore. Un valore aggiunto che ha il peso di un macigno. In questo periodo la pandemia ha accentuato la mancanza dei luoghi artistici, il Teatro Fantàsia non ha mai smesso di condividere l’amore per il teatro e la sua importanza, se pur solo tramite post e video, condivisi sulle piattaforme di Instagram e Facebook. Con questo progetto invece, si vuole andare oltre il “contatto social” ma avvicinarsi a quel “contatto umano” perso, ormai da più di un anno, e che la nostra sede non ha avuto ancora il privilegio di condividere.

Il direttore artistico, Alessandro Piazzolla, dichiara: “Si tratta di un’esperienza mai vissuta prima, unica, narcisistica e intima. Un momento di pura follia. Chiunque riuscirà a prenotarsi, potrà avere il privilegio di respirare un posto magico come il teatro, un posto quasi dimenticato. Qualora vorreste assistere a questa esperienza, vi ritroverete in auto-spettacolo. All’ingresso potrete scegliere un monologo o un dialogo che potrà essere letto a bassa voce o urlato a squarciagola, indirizzarvi verso un genere da voi preferito comico o drammatico che esso sia, e immedesimarvi in un’interpretazione piuttosto che in un'altra. 



Se ci soffermiamo all’etimologia della parola recitare, ci accorgiamo che questa parola significa “citare due volte”, ma rimanendo fedeli a ciò che per noi è il teatro: un grande “to play”, in cui tutto è un gioco, tutto è necessariamente serio e riesce ad accendere scintille immense dentro ognuno. Il teatro prima di andare in scena si deve immaginare, sognare. I testi vanno letti, scelti, mangiati e digeriti.” Inoltre aggiunge: “Sappiamo bene che il teatro diventa tale solo quando una persona ascolta, guarda, osserva tutto ciò che l’attore vuole raccontare, ma noi sottolineiamo che non stiamo facendo teatro, noi stiamo adorando un’idea, un concetto molto più alto. Il teatro non solo per chi lo fa, è quel luogo dove “tutto può essere, tutto può succedere. I teatri sono ancora chiusi, ma l’arte non deve fermarsi. E voi, questi giorni potrete essere arte!”

Tale iniziativa si realizzerà presso la sede del Teatro Fantàsia in via Imbriani 144 a Barletta, con ingresso gratuito. Si svolgerà in totale sicurezza con un massimo di quattro persone all’interno, per la durata di dieci minuti. Il personale adotterà tutto il protocollo anticovid (igienizzazione e cambio d’aria) tra un ingresso e l’altro. L’evento avrà più fasce orarie per permettere a chiunque di prenotarsi, dalle 10:00 alle 12:30 della mattina, per poi ricominciare dalle 17:00 alle 21:00, sabato 1 e domenica 2 maggio. Prenotazione obbligatoria, al numero 3477174329. 


Powered by Blogger.