Header Ads

SANTAMARYA: esce l'EP d'esordio "Nessuno ricorda niente", accompagnato dal singolo omonimo


La provincia è uno scrigno di melanconia e profumi persistenti, colori emozionanti ed emozioni pervasive.
 E come accade al sole nelle giornate di pioggia, la città c’è, ma oltre la coltre dei nostri pensieri. Una dimensione rumorosa, ma immaginata e immaginaria. L’EP dei Santamarya raccoglie tutto questo e molto altro ancora: è un diario, una costellazione di sogni, un susseguirsi di pensieri distesi e luminosi, come le campagne della Tuscia.

Artisti della Settimana per Discovered di MTV New Generation, vincitori del MEI Superstage come miglior band emergente del 2020 e finalisti di Primo Maggio Next, i Santamarya hanno all’attivo quattro singoli, che hanno presentato a Radio1 Music Club, Radio1 Sport e Radio2 Esordi, e sono entrati in rotazione a Radio2Indie. L’EP “Nessuno ricorda niente” li contiene tutti, ma propone anche due piccoli gioielli: “Nessuno ricorda niente” e “Fiori di gesso”.
 
Sei tracce forti e autentiche, impreziosite da riferimenti musicali anni’70 e anni’80, italiani e internazionali.
 
 
I tempi dilatati del paese si infrangono contro la rapidità del mondo digitale. Tutto corre, niente resta. O meglio, tutto sembra poco importante, allora si dimentica. Nel desiderio naturale e vitale di sopravvivere, i Santamarya si fermano ad osservare le piccole cose. Per riprendere contatto con loro stessi e con quello che più conta: l’amore.
 
“Nessuno ricorda niente” vede la produzione artistica di Giorgio Maria Condemi e la partecipazione di artisti come Cesare Petulicchio, Roberto Martinelli (Zucchero, Gino Paoli), Carmine Iuvone e Nadja Maurizi.
 
Il mini-disco è stato registrato e mixato allo StraStudio di Roma da Giovanni Istroni e masterizzato al Synthesis Recording Studio da Andrea Corvo. La regia dei video è di Valerio Desirò (The Pills, Maccio Capatonda), finalista a Cortinametraggio e al PIVI 2020 con i videoclip di "Fantasmi" e “Cooper” (in co-regia con Cristiano Pedrocco).
 
I SANTAMARYA PARLANO DELL’EP “NESSUNO RICORDA NIENTE”
Nessuno ricorda niente è un viaggio nella memoria. Un viaggio nei ricordi dei ragazzi di provincia, tra illusioni e speranze che cambiano, appartamenti vuoti e film spaventosi che non ci facevano guardare.
 
Una memoria delle piccole cose quotidiane che cerca di sopravvivere in un mondo in cui tutto corre troppo velocemente, in cui tutto finisce dimenticato.
 
Un piccolo disco che cerca di ribellarsi al grande incubo del tempo che passa, pieno di paure ma anche di speranze. Le speranze di una generazione che, malgrado le difficoltà, vuole trovare il suo posto nel mondo.
  
Crediti
Produzione artistica e arrangiamenti: Giorgio Maria Condemi
Registrato e mixato da Giovanni Istroni allo StraStudio
Aiuto rec: Marco Dorizzi
Mastering: Synthesis Recording Studio di Andrea Corvo e StraStudio
Autore testi: Leonardo Belleggi
Voce: Leonardo Belleggi
Chitarre: Francesco Brunetti, Giorgio Maria Condemi
Basso: Gabriele Santoni, Giorgio Maria Condemi
Batteria: Filippo Potenziani, Cesare Petulicchio (Fantasmi)
Cori: Nadja Maurizi (Amsterdam), Agnese Ermacora (Cooper), Nadia Braccioni (Fantasmi)
Violoncello: Carmine Iuvone (Amsterdam)
Sax Contralto: Roberto Martinelli (Fantasmi)
 
 
TRACKLIST
  1. Fantasmi
  2. Ti porterò con me
  3. Nessuno ricorda niente
  4. Fiori di gesso
  5. Cooper
  6. Amsterdam
     
DESCRIZIONE TRACCIA PER TRACCIA
 
Fantasmi
Il brano si riferisce al "sonniloquio", cioè alle parole che vengono pronunciate a voce alta durante il sonno. Nel testo c'è una ricerca del significato del fenomeno: il protagonista si chiede se non sia in realtà un modo per manifestare inconsciamente le proprie paure. I fantasmi, appunto, di ogni giorno.
 
Ti porterò con me
È l’incontro di due ragazzi dopo un lungo inverno di distanza. La lontananza e il mancarsi sono esplorati anche in una dimensione onirica, sia a livello testuale “Quando ritornerai, saremo già vecchi”, sia musicale con atmosfere che rimandano alla new wave.
 
Nessuno ricorda niente
Un viaggio nei ricordi dei ragazzi di provincia, tra illusioni e speranze che cambiano, appartamenti vuoti e film spaventosi che non ci facevano guardare. Una memoria delle piccole cose quotidiane che cerca di sopravvivere in un mondo in cui tutto corre troppo velocemente, in cui tutto finisce dimenticato.
 
Fiori di gesso
Un appartamento rimasto vuoto dopo quell’ultimo bacio dato prima dell’estate. Per le strade assolate di Roma l’eco di vecchie canzoni d’amore, ogni vicolo, ogni particolare sembra parlare di quel lontano incontro.
 
Cooper
In brano in bilico tra la realtà e il sogno, è ambientato nel surreale universo di Twin Peaks. Più il protagonista si addentra nel mondo creato da David Lynch più la realtà si fa rarefatta e la ricerca della verità diventa marginale rispetto al sogno.
 
Amsterdam
Un brano sui grandi spazi, del viaggio e dell'anima. Ricordi malinconici e sereni si intrecciano e si fondono in un'atmosfera a metà tra la canzone d'autore e il pop di classe tipico di un certo indie italiano e britannico. Vede la partecipazione di due ospiti d'eccezione: Nadja Glitzer (Bottega Glitzer) ai cori e Carmine Iuvone (Motta, Bottega Glitzer) al violoncello.


 
SANTAMARYA | BIOGRAFIA
 
Santamarya è casa nostra, un luogo nascosto e bellissimo. Tra campagne sterminate e poesia urbana.
 
Artisti della Settimana per Discovered di MTV New Generationvincitori del MEI Superstage come miglior band emergente del 2020 e finalisti di Primo Maggio Next, i Santamarya sono originari della Tuscia viterbese e da sempre parlano dei profumi della provincia, unendo i colori delle campagne laziali con suoni ricercati. I loro testi si nutrono della migliore tradizione cantautorale italiana e indossano suoni internazionali.
 
Hanno presentato il loro progetto a Radio1 Music Club, Radio1 Sport e Radio2 Esordi, e i singoli che hanno anticipato l’uscita di “Nessuno ricorda niente” sono entrati in rotazione a Radio2Indie e molte radio fm su tutto il territorio nazionale.
 
Il 21 maggio esce “Nessuno ricorda niente”, l’EP d’esordio, che vede la produzione artistica di Giorgio Maria Condemi e la partecipazione di artisti come Cesare Petulicchio, Roberto Martinelli (Zucchero, Gino Paoli), Carmine Iuvone e Nadja Maurizi (Bottega Glitzer). Il mini-disco è stato registrato e mixato allo StraStudio di Roma da Giovanni Istroni e masterizzato al Synthesis Recording Studio da Andrea Corvo.
 
La regia di tutti i video, pubblicati in anteprima da Billboard, Fanpage e The Parallel Vision, è di Valerio Desirò (The Pills, Maccio Capatonda), finalista a Cortinametraggio e al PIVI 2020 con i videoclip di "Fantasmi" e “Cooper” (in co-regia con Cristiano Pedrocco).
Powered by Blogger.