Header Ads

DA “IL CANTAGIRO”, ARIANNA CHIARA TORNA CON “SE NON RICORDO”, IL SUO NUOVO SINGOLO


Profonda, incisiva e graffiante, Arianna Chiara, pseudonimo di Arianna Chiara De Piccoli, dopo la partecipazione a Il Cantagiro e la vittoria del premio SIAE con “Amore particolare”, pubblica “Se non ricordo”, il suo nuovo singolo.

Ascolta su Spotify.

Il brano, scritto dalla stessa artista e prodotto da Giovanni Pastorino, racconta l’esigenza di ritrovare se stessi all’interno di una relazione di coppia che appare spenta, celata dal velo di una routine che logora e consuma lentamente la fiamma dell’amore e dei comuni interessi - «e com’è stupido pensare di sfuggire alla monotonia» -, puntando il focus sulla ricostruzione di un’identità individuale che, per troppo tempo, è stata accantonata, interrotta, lasciata da parte per anteporre il ruolo di compagna - «ma come posso fare a rinunciare a tutto quello che siamo ancora io e te, ma come faccio a lasciarti andare se non ricordo, se non ricordo più com’ero prima di te, chi ero prima di te?» -. Un’identità sospesa a mezz’aria nel firmamento dei rapporti interpersonali che occorre ritrovare per ritrovarsi, per tornare a brillare di quella luce propria che consente di accendere un nuovo fuoco interiore, un fuoco che, se alimentato dalla brezza dei sogni e degli obiettivi, può nuovamente accendere non soltanto il proprio futuro, ma anche quello di entrambi i partner.

Attraverso un testo diretto e riflessivo, l’artista ci invita ad abbattere le mura che cingono i nostri cuori in una quotidianità che toglie il respiro e ci intrappola, ostacolando la realizzazione di ambizioni e progetti - «non so dirti che facciamo, ma soltanto “resta qui”» - e avvolgendo il piacere e la sicurezza, scaturiti dalla consuetudine, in una routine monotona e grigia che ci impedisce di sentirci a nostro agio, rendendola un’abitudine da scardinare: solo così potremmo riportare energia e colore nella nostra vita e nelle nostre relazioni, smantellando i tasselli sbiaditi e stinti e costruendo, con gli attrezzi del cuore, nuovi elementi di unione, facendo leva sulla nostra forza interiore, senza farci travolgere, senza rimanere inermi dinanzi al susseguirsi degli eventi - «e non risolvo niente ad aspettare» -. Perché per ricostruire occorrono il coraggio e la volontà di radere al suolo ciò che non sentiamo più nostro - «un giorno questo muro crollerà» -, spazzando via i resti di un passato che, nelle sue consuetudini e nelle sue turbolenze, ci ha insegnato chi non vogliamo essere, prendendo in mano le redini della nostra vita ed impegnandoci giorno dopo giorno nella realizzazione di chi vogliamo diventare - «torno camminando piano che non sta piovendo più, quasi quasi ci guardiamo un vecchio film alla TV» -.

Ad accompagnare il brano, il videoclip ufficiale, in uscita nel corso delle prossime settimane, girato presso l’Associazione Culturale DECIBEL e diretto da Vittorio Bottini e Silvano Ancellotti, che traspone in immagini la dimensione introspettiva del pezzo, ricreando atmosfere casalinghe dai toni caldi ed intimi. La clip, come un vero e proprio continuum del testo, pone l’accento sulla riflessione, sulla ricerca e la riscoperta di se stessi, attraverso una fotografia curata e minuziosa che esalta intensi primi piani avvolti da sfumature dorate, rendendo, in un perfetto parallelismo con lo storytelling del brano, puramente immaginario il confine tra interno ed esterno.

Con la sua vocalità intensa e ricca di vibranti sfumature, Arianna Chiara è una delle più promettenti cantautrici del nuovo panorama musicale italiano.

Powered by Blogger.