Header Ads

Il Corpo Docenti ritorna con Sottotitoli, un singolo che cerca una via d'uscita dal deserto culturale e sociale


Li abbiamo lasciati a gennaio 2020 con un album, Povere bestie, uscito pochissime settimane prima dell’inizio della pandemia e del lockdown. Da questo periodo tumultuoso i ragazzi de Il Corpo Docenti sono venuti fuori con un nuovo singolo, Sottotitoli, che rispetto al passato vede la band adottare un approccio leggermente meno angsty e più riflessivo tanto alle parole quanto alla musica, ma dal sound sempre ben riconoscibile che in parte abbiamo apprezzato anche in Povere bestie, di cui questa nuova traccia rappresenta una sorta di evoluzione. Sottotitoli parla del senso di straniamento in cui la società attuale ci induce scaraventandoci nel bel mezzo di un deserto culturale e sociale dove non ci sono strade percorribili per uscirne sani e salvi. Il titolo è quasi il riassunto del brano, nonché l’immagine più importante che il testo mette in luce: Il Corpo Docenti vuole mettere in evidenza come in questa situazione di desolazione abbiamo bisogno dei sottotitoli per capire come arrivare a fine giornata e come iniziarne una nuova, di trovare qualcuno con cui scontrarsi e riappacificarsi solo per sentirsi un po' più normali, e di inventarsi una casa dove poter finalmente chiudere la porta e rimanere faccia a faccia ognuno coi suoi problemi
.

 
“La prima bozza di Sottotitoli è stata scritta a giugno 2020. Questa canzone ci ha fatto capire che qualcosa nella nostra scrittura stava cambiando: se nel disco precedente parlavamo di noi in relazione a ciò che ci circondava in maniera cinica e disillusa, con questo nuovo brano ci siamo accorti che la disillusione si stava tramutando in rassegnazione e in un profondo senso di abbandono. Questo ci ha portati alla necessità di sviluppare il nostro sound per esprimere quello che stavamo diventando, e abbiamo cercato un approccio più elegante a sonorità naturalmente più dirette e ruvide.”
Powered by Blogger.