Header Ads

Roma, Napoli e Bergamo sono le città dove si tradisce di più


Ad esaminare le singole città è Roma a collocarsi al primo posto e sul podio i suoi quartieri Parioli, Balduina e Trieste. Seguono Napoli, Bergamo, Milano, Palermo e poi Firenze con Campo di Marte, Centro Storico e Novoli in testa.

A fornire una fotografia sul desiderio di evasione nelle diverse città italiane è Incontri-ExtraConiugali.com, il primo ed unico sito 100% italiano dedicato agli incontri di questo tipo, che in occasione dell’avvicinarsi della fine dell’anno disegna una nuova geografia del “ritorno alla normalità”.

Ad esaminare poi le nostre singole città, è Roma a collocarsi al primo posto, con una propensione al tradimento pari al 78%. Sul podio i suoi quartieri Parioli (85%), Balduina (82%) e Trieste (80%).

Segue Napoli con il 77%. Ma quali sono i quartieri partenopei più “traditori”? «Vomero con l’86% di propensione al tradimento, Posillipo con l’81% e Chiaia con il 78%» rispondono gli analisti di Incontri-ExtraConiugali.com.

Poi c’è Bergamo al 75%. Qui si tradisce in particolare in zona Sant’Alessandro (83%), Pignolo (82%) e San Paolo (79%).

Quindi Milano con il 74% di propensione verso le relazioni extra coniugali. Nel capoluogo lombardo si tradisce soprattutto in zona Duomo-Centro Storico (85%), Città Studi-Lambrate-Venezia (84%) e Niguarda (82%).

E Palermo si attesta al 72%, prevalentemente a Palazzo Reale (80%), Castellammare (78%) e Settecannoli (74%).

«Poi ancora è Firenze ad avere il 70% di propensione al tradimento»sottolineano gli analisti del portale Incontri-ExtraConiugali.com, con Campo di Marte (80%), Centro Storico (78%) e Novoli (77%) ad avere il maggior numero di infedeli.


In Lombardia la propensione al tradimento riguarda il 73,5% dei cittadini (il 75% degli uomini ed il 72%Veneto con il 66% (6,7 uomini e 6,5 donne), Umbria con il 65,5% (6,5 uomini e 6,6 donne), Sardegna con il 57,5% (6,5 uomini e 5 donne) e Sicilia con il 52,5% (6 uomini e 4,5 donne).

Insomma la propensione al tradimento è nuovamente in crescita. E si è anche elevata l’età del traditore, con una media attuale di 45 anni per gli uomini e 36 anni per le donne. «I più inclini in assoluto a tradire il coniuge rimangono però i maschi cinquantenni, forse spinti dalla “Sindrome di Peter Pan”» puntualizza il fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com.

«Certo è che grazie a portali come il nostro, gli uomini di tutte le età riescono —davanti alla tastiera— a battere tutte le loro timidezze, trasformandosi in “poeti romantici e sensuali” oppure in “seduttori implacabili” attraverso le nostre chat sul web o sull’app. Ed anche le donne infedeli si sentono a loro agio, tant’è che oggi tradiscono anche le “Cougar”, naturalmente con uomini più giovani. Tra i nostri iscritti ce ne sono tantissimi» conclude Alex Fantini.
Powered by Blogger.