Header Ads

Gian Marco Ciampa & Erica Piccotti ci regalano un’inedita versione del classico di Isaac Albéniz Mallorca


Fuori per INRI CLASSIC dal 19 gennaio il primo capitolo del progetto “JOTA” nato dalla collaborazione tra i virtuosi Gian Marco Ciampa e Erica Piccotti : un territorio d’incontro dove il violoncello e la chitarra si fondono per esplorare le molteplici sfaccettature del repertorio che nasce dall’unione tra la musica popolare latino-americana e la musica colta europea.

Un viaggio dal folklore spagnolo al tango popolare sudamericano che inizia con Mallorca, op 202 uno dei caposaldi del repertorio di Albéniz e continuerà ad accompagnarci per altri due appuntamenti discografici e nelle sale teatrali.

Influenze arabe, folklore spagnolo e misterioso classicismo avvolgono quello che è uno dei brani più conosciuti del compositore spagnolo Isaac Albeniz che in questo brano traduce in musica l’enigmatica bellezza dell’Isola di Maiorca, la più grande tra le Isole Baleari: il brano originariamente scritto per pianoforte viene proposto in questa unica ed inedita versione arrangiata per violoncello e chitarra da Erica Piccotti e Gian Marco Ciampa.



Il DUO CIAMPA - PICCOTTI nasce dall’incontro tra Erica Piccotti, astro nascente del violoncello che nonostante la giovanissima età ha già inciso per l'etichetta discografica Warner Classics, collaborato con artisti di fama internazionale ed è insignita dell'onorificenza di Alfiere della Repubblica Italiana e Gian Marco Ciampa, chitarrista classico vincitore di più di 40 concorsi internazionali e con alle spalle una ricca attività di concerti che lo ha portato ad esibirsi in quattro continenti.


 


Nei loro programmi da concerto il violoncello e la chitarra si fondono per esplorare le molteplici sfaccettature del repertorio che nasce dall’unione tra la musica popolare latino-americana e la musica colta europea: un viaggio dal folklore spagnolo alla danza popolare sudamericana attraverso le opere di alcuni dei compositori più rappresentativi del Novecento come De Falla, Piazzolla e Albeniz.

Dai ritmi serrati del Tango argentino alle malinconiche melodie di carattere popolare, dalle percussioni riprodotte dal legno della chitarra al calore avvolgente dei canti del violoncello: l’ascoltatore viene trascinato in un’orbita di emozioni contrastanti, entrando a far parte di un mondo misterioso dove l’eleganza dei compositori classici incontra la sensualità della musica folkloristica.


Powered by Blogger.