Header Ads

La Voce Grossa di…Isotta(intervista):«Con “Bambola di Pezza” canto l’amore violento ma anche la speranza»


Nicola Ricchitelli – E’ in rotazione radiofonica da qualche giorno “Bambola Di Pezza” (Etichetta: Women Female Label & Arts / Distribuzione: Artist First), il nuovo singolo della cantautrice toscana ISOTTA, vincitrice del premio Bianca d’Aponte 2021 con il brano “IO”.

Così Isotta racconta “Bambola Di Pezza”, scritta da Isotta Carapelli e Pio Stefanini e prodotta dallo stesso Pio Stefanini: “Se il colore del mio primo singolo “IO” era il blu, e quello di “Palla avvelenata” era il giallo, il colore dominante che dipinge le emozioni di “Bambola Di Pezza” è il rosso porpora, un rosso cupo, come la violenza subdola che si consuma sulle donne. Il brano parla di stati d'animo, di rapporti di coppia tossici, ma non senza un messaggio di speranza, quella speranza racchiusa nella forza che ogni donna deve trovare per ribellarsi. Il brano è un'esortazione a cucirsi addosso la propria bambola. È la bambola di pezza che canta, nella giostra di un Luna Park, innamorata e succube del proprio giostraio. Lei canta quell'illusione che spesso offusca la ragione di donne tristemente intrappolate, immobilizzate in un amore tossico, morboso e vigliacco.”

Isotta apro sempre le mie intervista con la solita domanda, come stai?
R:« Bene grazie, diciamo che è un periodo abbastanza intenso».

Partiamo dal tuo ultimo singolo in rotazione in questi giorni, “Bambola di pezza”, di cosa parla?
R:« Bambola di pezza è la prima canzone che presento che affronta il tema dell'amore, parla di relazioni tossiche. Racconta della violenza, che può essere sia fisica che psicologica, su una donna, o comunque su un essere umano in generale. Delle dinamiche che si innescano in amori tossici, dove chi subisce percepisce una sensazione di impotenza e di immobilità. Ho provato queste sensazioni e ho voluto riportarle in questo brano».


Cosa vuole lasciare questo pezzo in chi lo ascolta?
R:« Vuole lasciare un messaggio di speranza, ovvero di reagire a queste violenze, ribellarsi e tornare ad essere padroni delle proprie decisioni. Penso che chi riesca a superare certe relazioni, si innamori della propria ribellione e torni a piacersi come persona».

Quando senti che una tua canzone arriva al cuore di chi l’ascolta?
R:«Se ne parlo con qualcuno, o leggo commenti sul pezzo, e rivivo le sensazioni di quando l'ho scritta o cantata».

Dove trai ispirazione per la scrittura dei tuoi testi?
R:« Traggo ispirazione dalle esperienze dirette e indirette. Se una situazione mi trasmette energia è quando capisco che devo scrivere a riguardo».


Della tua musica ne dai una definizione singolare, “romantic dark”, spiegaci un po’…
R:« Romantic dark perché nelle mie canzoni racconto delle storie, delle emozioni, delle sensazioni e adoro creare una atmosfera oscura e spesso notturna».

Quali tematiche cercherai di affrontare nei prossimi progetti?
R:« Nei prossimi progetti affronterò delle tematiche per me vitali, mi piace cantare di argomenti che toccano l'anima, che mi coinvolgono spesso personalmente».

Dove vuoi ti porti la tua musica?
R:« La mia musica già mi sta "portando". È la costante nella mia vita. Vorrei vivere di lei e con lei. Mi ha salvata nelle situazioni difficili e continua a farlo, è come una meditazione».

Quali progetti cercherai di dare forma in questo 2022?
R:« In questo 2022 uscirà il mio primo album e non vedo l'ora di presentarlo nei live in giro per l'Italia».
Powered by Blogger.