Header Ads

Miriam Ricordi pubblica il nuovo album Cibo e s*sso


Cibo e sesso. Bisogni naturali e vitali, spesso canalizzati e soffocati da regole sociali. Da una riflessione su due delle necessità di base del genere umano prende spunto Miriam Ricordi per il titolo e le tematiche del suo secondo album, in uscita il 7 gennaio 2022 in collaborazione con l’etichetta Rodaus di Andrea Rodini, che ha anche curato la supervisione artistica del disco. Anticipato dai singoli Mi esplode la testa e Siamo Sordi davveroCibo e sesso è un album che somiglia moltissimo all’artista, che dice in merito “è come aver fatto il giro del mondo e poi essere finalmente tornata a casa, al rock, al motivo per cui ho iniziato a suonare”. Estroverso, spregiudicato, a volte sopra le righe, spesso trascinante e orecchiabile (si veda il potente ritornello di Metabolismo), il sound di Miriam Ricordi risente del rock alternativo internazionale pur innestandosi nell’alveo della tradizione rock italiana: abbiamo così brani come Vieni a provare che potrebbero calcare i palchi di festival europei come Reading & Leeds e Glastonbury, e pezzi come Tutto al suo posto che si troverebbero a proprio agio anche all’Ariston.


La sezione ritmica dell’album è stata registrata interamente in presa diretta, per conservare su disco la verità del concerto dal vivo, con una decisione presa dopo una cena “esagerata” a base di arrosticini e vino rosso insieme alla band di supporto di Miriam (Matteo Teodoro, Valerio Camplone e Luca Ricordi). Un aneddoto che pare molto appropriato per un album che si chiama Cibo e sesso“II modo in cui si considerano e si vivono il sesso e il cibo presenta delle analogie, sia in senso positivo che in senso negativo: si può parlare infatti di ‘fast food’ così come di ‘fast sex’. Il piacere legato a entrambi oscilla da sempre tra libertà e repressione, tra pulsione e controllo. La soddisfazione dopo entrambe le attività dimostra quanto esse agiscano sia nella pancia che nel cervello”, spiega l’artista.
Powered by Blogger.