Header Ads

Sen. Dario Damiani (Fi) su riconsegna stadio "Puttilli" a Barletta


È innegabile che sette anni siano stati troppi per portare a compimento la riqualificazione dello stadio comunale "Cosimo Puttilli" di Barletta; ma è altrettanto inconfutabile che negli ultimi 4 anni, quelli dell'Amministrazione Cannito, l'iter abbia scontato tutti i passaggi più significativi che hanno consentito oggi di essere a un passo dal traguardo, nonostante quasi due anni di stop imposti dalla pandemia, a partire dall'incontro da me promosso a luglio 2018 fra la presidenza del CONI e l'allora sindaco di Barletta Mino Cannito affinché il CONI si facesse carico degli interventi. Adesso manca davvero l'ultimo metro, di competenza dell'Amministrazione, ovvero del commissario straordinario: per oggi 7 aprile alle ore 12 è prevista la riconsegna formale dell'impianto da Sport e Salute alla città, mentre per il 12 aprile è stato fissato un sopralluogo per una dimostrazione di utilizzo. Ottenuta la riconsegna, l'Amministrazione può già attivarsi per la richiesta di agibilità presso la Prefettura. Fondamentale in questo percorso ormai concluso è stato sicuramente l'ingresso del CONI prima e di Sport e Salute poi, che si sono fatti carico dei lavori, per i quali ringrazio il presidente Giovanni Malagó, che ha avviato la procedura, e l'avvocato Vito Cozzoli che con determinazione ha portato a compimento un impegno assunto, nonché tutti i tecnici che hanno lavorato con grande impegno e disponibilità e con i quali mi sono spesso confrontato. Ottenuta l'agibilità, per la quale la Prefettura è già pronta alle doverose verifiche dell'opera, Barletta riavrà il suo stadio, struttura polivalente per il calcio e tutte le altre discipline sportive, proprio in un momento in cui lo sport locale vive un bel momento in termini di risultati ed entusiasmo collettivo. Penso alle sfide di Coppa, della promozione di serie per la nostra squadra cittadina di calcio che tanti sacrifici ha sopportato in questi anni allenandosi e giocando altrove, ma anche all'atletica, al rugby e alle tante realtà sportive che si stanno distinguendo e meritano uno spazio idoneo. Ognuno è ovviamente libero di esprimere il proprio parere anche con toni critici sulla questione ma, anche con i mea culpa ai quali non ci sottraiamo, possiamo affermare che il traguardo sta per essere tagliato.
Powered by Blogger.