Barletta 1922, ad Altamura finiscono i sogni dei biancorossi

Ruggiero Lamacchia - Finisce 2-0 per l’Altamura la finalissima regionale  playoff di eccellenza  spedendo la squadra di Panarelli alla fase nazionale della manifestazione dove proveranno la scalata ad un posto utile nei ripescaggi per la D. Delusione in casa Barletta, che non replica  il successo ottenuto in semifinale. Al “Tonino D’Angelo” di   Altamura il Barletta schiera lo stesso undici di Casarano mentre Panarelli  schiera  un 4-2-3-1 con Del Core terminale offensivo supportato dal tridente Lenoci, Di Senso e Logrieco.  
2000 spettatori a far da cornice all’incontro vuoto il settore ospiti  (vista la decisione del Prefetto di Bari di vietare la trasferta ai tifosi barlettani) .
Pronti e via è subito Altamura pericoloso: al 6° è Logrieco a servire Lenoci  ma il suo  tiro si spegne al lato. Al 14’ Logrieco  ma colpisce la traversa salvando  Dicandia e compagni. Pericolosissimo il Barlettta  al 29’con D’ambrosio  servito da Loiodice di testa sfiora il vantaggio, prende campo il Barletta  che con Vicentin  scaglia un tiro che Spadavecchia non trattiene la palla finisce sulla traversa e finisce a D’ambrosio che sbaglia incredibilmente a due passi dalla porta con Spadavecchia fuori causa, lasciando invariato il risultato al termine dei primi 45 min.
Non ha fretta la squadra di casa alla ripresa delle ostilità ma alla  prima azione pericolosa passa:infatti al 57’  Di Senso indirizza  verso la porta di Dicandia una punizione che lo stesso numero uno respinge, la palla resta in  area ed è ancora il portierone barlettano a smanacciare. Si accende una mischia in area piccola dove la zampata decisiva di Berardi porta in vantaggio i locali. Al  67’ si accende un piccolo parapiglia e ne fanno le spese l’argentino Vicentin e Del Core che vengono entrambi ammoniti. Prova a reagire il Barletta ma il nervosismo in casa Pizzulli la fa da padrona infatti al 72’: Cannito termina a terra, l’arbitro corre dal guardalinee che gli segnala un colpo a palla lontana sul difensore altamurano di Moscelli che viene espulso. Brutta ingenuità per il quasi 40enne punta barlettana che lascia la sua squadra in 10 e sotto nel punteggio. L’Altamura con il vantaggio di un gol e un uomo  controlla e la chiude definitivamente al 83’con Del Core servito in area da Mancini non lascia scampo all’incolpevole Dìcandia.
Dopo 5 minuti di recupero termina l’incontro con la festa in casa murgiana che si apprestano ad affrontare la fase nazionale e la delusione in casa Barletta che vede terminare qui la corsa alla D.

ALTAMURA: Spadavecchia, Natale, Triozzi, Cannito, Grazioso, Diagnè, Disenso, Berardi, Del Core, Logrieco, Lenoci. 12 Dascaliu, 13 Dispoto, 14 Dammacco 15 Mancini, 16 Caldarola, 17 Curci, 18 Visconti. All.Panarelli

BARLETTA: Dicandia, Dipinto, De Carlo, Zingrillo, Montrone, Monopoli, D’Ambrosio, Cantatore, Vicentin, Moscelli,  Loioidice. 12 Diouf, 13 Sguera, 14 Piazzolla, 15 Cormio, 16 Rizzi, 17 Rizzo, 18 Fabiano. All. Pizzulli


RETI: 54° Berardi, 83° Del Core
Condividi su Google Plus

Segui La Voce Grossa

La nostra voce sarà più grossa se ci sarà anche la tua!
    Cosa ne pensi?
    Dillo su Facebook