Regione Puglia: a disposizione le borse di studio per gli studenti delle Scuole Secondarie di II grado

La Sezione Istruzione/Università della Regione Puglia ha approvato lo scorso 12 febbraio l'Avviso pubblico per l'assegnazione di Borse di Studio destinate agli studenti più talentuosi, appartenenti ai nuclei familiari indigenti, che frequentano le Scuole Secondarie di Secondo Grado, statali e paritarie, sparse sul territorio regionale. Chiunque volesse candidarsi può farlo esclusivamente on-line a partire da giovedì 22 febbraio, sino alle ore 23.59 del 13 marzo prossimo, attraverso la procedura informatizzata compilabile all’indirizzo dirittoallostudiopuglia.it
La dotazione finanziaria complessiva destinata dalla Regione Puglia al sostegno economico finalizzato alla formazione secondaria superiore, previsto dal programma ministeriale "La buona Scuola", si aggira attorno ai 3mln di euro. A ciascun richiedente ritenuto idoneo al finanziamento, l’ente regionale riconoscerà una somma di 200 euro. In applicazione delle disposizioni ministeriali, tenendo conto del numero degli aventi diritto e delle risorse disponibili, saranno erogate borse di studio fino ad esaurimento della somma assegnata dal MIUR, prevedendo, nell’ipotesi in cui la somma assegnata alla Regione Puglia non sia sufficiente, di soddisfare le istanze valide di accesso alle borse di studio, procedendo all’assegnazione delle borse partendo dal livello di ISEE più basso, scorrendo la graduatoria in ordine crescente, fino a esaurimento delle risorse economiche.
Nell’ipotesi in cui la somma necessaria a soddisfare le richieste valide sia invece inferiore all’importo complessivo assegnato alla Regione, verrà redistribuita la somma eccedente aumentando l’importo della borsa di studio fino ad un massimo di 500 euro. Per vedersi riconosciuto il diritto di accesso al sostegno economico di Regione Puglia per l’anno accademico in corso, ogni studente dovrà presentare il proprio ISEE in corso di validità, che non superi l’importo complessivo di € 10.632,94.
La compilazione e l'invio della domanda dovrà essere effettuato da uno dei genitori, da chi rappresenta il minore o dallo studente stesso, qualora maggiorenne. L'importo della Borsa di Studio sarà erogato direttamente dal MIUR mediante voucher associato alla carta dello studente denominata "Io studio".
Ulteriori informazioni in merito all’avviso pubblico in questione, sono reperibili a partire da giovedì 22 febbraio prossimo sul sito dirittoallostudiopuglia.it
Condividi su Google Plus

Segui Daniele Martini

La nostra voce sarà più grossa se ci sarà anche la tua!
    Cosa ne pensi?
    Dillo su Facebook