Ostuni. RSSA Pinto-Cerasino: l’amministrazione comunale dispone l’aumento della retta annuale

OSTUNI (BR). È stato prorogato alle stesse condizioni giuridiche ed economiche di ulteriori sei mesi, precisamente fino al 30 giugno prossimo, il contratto stipulato tra il comune di Ostuni e la cooperativa sociale Orizzonti per l’affidamento della gestione in concessione unica della Casa di Riposo "G. Pinto", RSSA "Pinto-Cerasino" e dell’annesso Centro diurno per le demenze "San Francesco di Paola". Dando seguito a quanto deciso durante l’assise consiliare dello scorso 9 febbraio, convocata proprio per avviare un’analisi volta a trovare una soluzione condivisa alle difficoltà economiche in cui versano i dipendenti della cooperativa, l’amministrazione comunale ha disposto non solo la proroga al contratto di gestione, ma anche l’aumento del contributo finanziario, che il Comune di Ostuni corrisponde ogni anno alla cooperativa. 
Con la delibera di giunta n. 47 approvata mercoledì 7 marzo, si prevede quindi l’ulteriore erogazione da parte dell’ente comunale di 12.450mila euro, a raggiungimento della somma massima prevista dal contratto. Se fino ad ora il Comune di Ostuni ha contribuito all’economia della cooperativa Orizzonti liquidando un contributo un contributo economico annuale di 70mila euro circa, adesso l’importo raggiunge gli 83mila euro. Dall’atto di giunta si evince infatti che è possibile aumentare l’importo del canone accessorio erogato dal Comune di Ostuni, grazie all’attribuzione nei confronti della cooperativa sociale Orizzonti  del contributo disposto inizialmente, e mai liquidato, per l’attivazione del Centro Diurno per le demenze, che a sua volta non è stato mai attivato in virtù delle scelte operate dalla ASL in passato. L’aumento dell’importo attribuito alla cooperativa Orizzonti è stato inserito nel formulando bilancio di previsione 2018/2020 per essere attinto dal relativo capitolo di spesa.
"Lavoratori, famiglie e amministrazione stanno lavorando sinergicamente in un’unica direzione" dichiara l’assessore alle Politiche sociali Antonella Palmisano "che è quella di salvaguardare la struttura Pinto-Cerasino e continuare ad offrire un servizio assistenziale di comprovata eccellenza sul nostro territorio. I lavoratori in primis, nonostante una sofferenza economica importante, stanno ugualmente svolgendo il loro compito con professionalità e devozione verso gli ammalati. Le famiglie, al tempo stesso, stanno contribuendo con il versamento di una quota superiore rispetto alla retta precedente e anche l’amministrazione ha voluto concretamente offrire il proprio contributo, riconoscendo un ulteriore importo annuo alla cooperativa Orizzonti che possa facilitare il pagamento dei lavoratori. Oltre a questo passo, però, l’amministrazione è giornalmente impegnata a svolgere un ruolo fondamentale nelle trattative con la Regione Puglia al fine di vedersi riconosciuti, quanto prima, ulteriori posti in regime di RSSA e poter quindi dare un nuovo assetto alla struttura, mantenendo sempre e soltanto un alto profilo assistenziale".
"Abbiamo deliberato la concessione dell’aumento della retta annuale alla cooperativa Orizzonti" chiosa il sindaco Gianfranco Coppola "poiché non si possono erogare somme durante la campagna elettorale così come previsto dalle leggi vigenti. Pertanto, esorto i solerti consiglieri di opposizione, firmatari di un’interrogazione che sollecitava tale delibera, ad volgere i loro sforzi alla sensibilizzazione della giunta regionale, che mi risulta essere della loro stessa fede politica, affinché celermente faccia quanto promesso e disponga l’evidenza pubblica per gli accreditamenti, unica possibilità di rimediare a una situazione drammatica sorta nel 2012 e peggiorata nel corso degli anni".
Condividi su Google Plus

Segui Daniele Martini

La nostra voce sarà più grossa se ci sarà anche la tua!
    Cosa ne pensi?
    Dillo su Facebook

0 commenti :

Posta un commento