Ostuni. Emergenza Xylella: Comune e Libero Comitato degli olivicoltori dell’Alto Salento promotori del focus sulle tecniche di contrasto alla diffusione del vettore

OSTUNI (BR). "Nonostante siano stati censiti a febbraio scorso quattro nuovi focolai nei territori dei Comuni di Ostuni, Cisternino, Carovigno e Ceglie Messapica, le piante infette sono rimaste tali e un esercito di sputacchine è pronto a infettare tutte le piante che riusciranno a raggiungere". 
Il Comune di Ostuni e il Libero Comitato anti-Xylella, in cui convergono gli olivicoltori, i frantoiani e i proprietari agricoli dell’Alto Salento, sottoscrivono una nuova nota stampa congiunta per sensibilizzare la Regione e le autorità competenti nell’improcrastinabile lotta alla diffusione dell’insetto vettore. 
"In capo a poche settimane" dichiarano i membri del Libero Comitato "l’infezione sarà incontenibile e interesserà migliaia di piante sane, mietendo vittime lungo la Piana degli Olivi Monumentali e nei territori della Provincia di Bari, inseriti con il recente adeguamento della mappa del contagio nella cosiddetta area cuscinetto. Le normative introdotte, seppur calibrate al caso specifico, non bastano a fronteggiare quest’emergenza. Pertanto chiediamo alla Regione Puglia – incalzano dal Comitato – che venga accolta la proposta dell’On Enzo Lavarra, Presidente del Parco delle Dune Costiere, affinché venga istituita un’unica cabina di regia, che abbia sede a Ostuni, nuova trincea della guerra al batterio killer".
Per individuare una strategia condivisa e per dare seguito alla richiesta di un incontro in Regione, nata su iniziativa del Sindaco di Ostuni Gianfranco Coppola e sottoscritta dai Sindaci di Fasano, Ceglie Messapica, Cisternino, San Michele Salentino e dal Commissario straordinario del Comune di Carovigno, presso Palazzo San Francesco si terrà alle ore 19 di domani, giovedì 5 aprile, un tavolo di coordinamento a cui siederanno tutti i Sindaci dei Comuni che fanno riferimento ai GAL Alto Salento e Valle d’Itria, assieme ai rappresentanti di altri Enti istituzionali, tra cui i Carabinieri Forestali, e di diverse associazioni di categoria.
"Malgrado la richiesta di confronto sia stata disattesa, siamo pronti a costituire un fronte comune sotto l’egida della Regione" dichiara Maria Zurlo, Assessore alle Attività Produttive del Comune di Ostuni a margine della Conferenza stampa in Regione sugli aggiornamenti alle normative in vigore "per arginare un problema che potrebbe avere ripercussioni catastrofiche per l’economia dell’intero territorio regionale. Sono positivamente colpita da quanto espresso in conferenza stampa dall’assessore regionale alle Politiche Agricole Leonardo Di Gioia, che ha condiviso l'importanza e l'urgenza di un confronto diretto con gli amministratori dei Comuni di Valle d’Itria e Alto Salento, dichiarandosi disposto a fissare un incontro con il Presidente Emiliano in occasione del Consiglio regionale che si terrà domani (giovedì 5 aprile). Auspichiamo pertanto che l’atteggiamento collaborativo riscontrato, possa concretizzarsi in una rinnovata presa di responsabilità nell'affrontare il grave problema che affligge il nostro inestimabile patrimonio agricolo, paesaggistico, storico e culturale". 
"Mi preme sottolineare quanto l’assoluta urgenza" dichiara il Sindaco Coppola "sia dettata dal fatto che si è ad un passo dal termine perentorio fissato al 30 aprile, entro il quale tutti coloro che posseggono un terreno e quindi anche le pubbliche amministrazioni, hanno l’obbligo di eseguire gli interventi di bonifica e pulizia per il contrasto alla diffusione dell’insetto vettore, previsti dalla normativa vigente".
Condividi su Google Plus

Segui Daniele Martini

La nostra voce sarà più grossa se ci sarà anche la tua!
    Cosa ne pensi?
    Dillo su Facebook