Ostuni. Emergenza Xylella: il sindaco Coppola formalizza l’invito per la costituzione di un nucleo operativo

OSTUNI (BR). Dando seguito a quanto stabilito con l’incontro tecnico/informativo sulle misure di contrasto alla diffusione del vettore della Xylella fastidiosa, tenutosi lo scorso giovedì 5 aprile presso il Salone dei Sindaci di Palazzo di Città, il Sindaco Gianfranco Coppola formalizza l’invito agli enti e alle istituzioni coinvolte, finalizzato alla creazione di una "cabina di regia" di monitoraggio e programmazione, che abbia sede nel territorio ostunese. 
Indirizzata al Presidente della Regione Michele Emiliano e ai responsabili del Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale e Tutela dell'Ambiente; al Prefetto di Brindisi; ai Sindaci dei Comuni facenti capo ai Gal Alto Salento 2020 e Valle d’Itria; agli enti di gestione della riserva naturale di Torre Guaceto e del Parco delle Dune Costiere; al neo-costituito Comitato anti-Xylella e al Comando Provinciale dei Carabinieri Forestali, la missiva ripercorre gli eventi che hanno portato alla richiesta urgente di un nucleo operativo, ipotesi avanzata tempo fa dal Presidente del Parco delle Dune Costiere Enzo Lavarra, composto da responsabili degli uffici regionali preposti e finalizzato alla pianificazione di costante campagne informative sulle misure obbligatorie di contrasto e sulla loro corretta attuazione. Tale nucleo operativo troverebbe collocazione presso una sede di proprietà comunale che l’amministrazione ha già individuato e dipenderebbe direttamente dal Dipartimento regionale per le Politiche Agricole e dall’Osservatorio Fitosanitario costituitosi al suo interno. 
"Vi è oggettiva difficoltà da parte degli Enti pubblici" scrive il sindaco Coppola nella sua lettera "a portare a compimento la pulizia di tutte le aree agricole pubbliche, di strade e tratturi, a causa della mancanza di risorse specifiche da impiegare. Lo stesso problema sollevato dai proprietari, che rimarcano come le avverse condizioni meteorologiche degli ultimi tempi abbiano comportato l’esiguità dei tempi a disposizione (entro la fine di aprile) per ottemperare alle vigenti normative con le conseguenze non solo di sanzioni pecuniarie, ma anche dell’impossibilità di accedere a finanziamenti europei. Si continua pertanto a sollecitare un incontro urgente in Regione, ritenendo che il problema della Xylella, vada affrontato in maniera congiunta, mettendo in campo tutte le forze e risorse disponibili. Un ulteriore silenzio a seguito di questo ennesimo invito, ci indurrà a predisporre pubbliche manifestazioni di dissenso".
Condividi su Google Plus

Segui Daniele Martini

La nostra voce sarà più grossa se ci sarà anche la tua!
    Cosa ne pensi?
    Dillo su Facebook

0 commenti :

Posta un commento