Ostuni: la Biblioteca comunale aderisce al progetto "Leggere facile, leggere tutti" promosso dalla Biblioteca italiana per ipovedenti BII - ONLUS

OSTUNI (BR). La Biblioteca Comunale di Ostuni si appresta a fornire un nuovo servizio destinato a persone ipovedenti, anziani e utenti affetti da disturbi visivi di vario genere. Il servizio prevede l’allestimento di un'apposita sezione riservata esclusivamente ai testi ad alta leggibilità forniti dalla Biblioteca Italiana per ipovedenti B.I.I. Onlus attraverso il progetto “Leggere facile, leggere tutti” a cui la Biblioteca Trinchera ha da poco aderito. La B.I.I. Onlus distribuisce gratuitamente agli enti e alle biblioteche richiedenti opere di saggistica, narrativa, classici italiani e stranieri sia per adulti che per bambini, stampate a caratteri ingranditi, studiate appositamente per agevolare la leggibilità e per non affaticare la vista. L’obiettivo è estendere l’invito alla lettura a una fascia d’utenza particolarmente debole rispetto ad altre -  ipovedenti (legge 138/2001: art. 4,5.6), anziani affetti da disturbi visivi legati all’età, persone con minorazioni visive non classificabili legalmente - e ad alto rischio di emarginazione nell’ambito della circolazione delle informazioni e dell’accesso alla cultura.
"L’adesione al progetto" dichiara l’assessore Antonella Palmisano "rappresenta un ulteriore passo avanti verso l’ampliamento del bacino d’utenza della Biblioteca Comunale e l’abbattimento delle barriere cognitive con cui determinate fasce della popolazione sono spesso costrette a fare i conti. Tra l’altro, rendere accessibile a tutti, nella maniera più democratica possibile, l’accesso alla cultura, necessario alla formazione e alla crescita della persona, è uno dei ruoli cardini delle biblioteche, la cui mission è proprio la diffusione capillare dell’informazione. Per questi motivi l’Amministrazione ha prontamente aderito ai principi su cui si articola il progetto 'Leggere facile, leggere tutti'".
Tra i punti che permettono di aderire al programma: il riconoscimento dell’importanza culturale e sociale dell’attività svolta dalla Biblioteca italiana per ipovedenti - BII ONLUS; l’incoraggiamento della potenziale utenza speciale attraverso i propri canali di comunicazione e con tutti i mezzi ritenuti consoni ed efficaci, la promozione e la divulgazione del servizio di lettura facilitata; l’adozione di volumi a caratteri grandi destinati a ipovedenti e anziani con la vista indebolita, messi a disposizione dalla B.I.I ONLUS, curandone la giusta evidenza e l’adeguata conservazione e valorizzazione; la messa a disposizione gratuita del materiale librario catalogato per persone ipovedenti e più in generale per persone con la vista indebolita; l’integrazione dei servizi di pubblica lettura, offrendo questo specifico servizio riservato a persone ipovedenti (legge 138/2001), a persone anziane con la vista indebolita e ad altri soggetti con minoranze visive non classificabili legalmente.
Condividi su Google Plus

Segui Daniele Martini

La nostra voce sarà più grossa se ci sarà anche la tua!
    Cosa ne pensi?
    Dillo su Facebook

0 commenti :

Posta un commento