La Voce Grossa di…Emiliana Cantone(intervista):«La forza della mia musica? Verità e semplicità»


Nicola Ricchitelli – Alle sue spalle ci sono più di quindici anni di carriera, dieci album – 9 in studio più un live – e un infinità di collaborazioni con i grandi nomi della musica napoletana – Tony Colombo, Rosario Miraggio, Gianni Celeste e tanti altri – il tutto certificato dalle visualizzazioni dei suoi video su youtube che ogni qual volta toccano numeri da capogiro, il che fanno dell’ospite di quest’oggi una delle regine della musica napoletana.  

Sulle pagine de La Voce Grossa quest’oggi ospitiamo la voce di una delle regine della musica napoletana. Accogliamo quest’oggi Emiliana Cantone.

Emiliana, partiamo da questa “E’ una notte magica”, successivo estivo prodotto in collaborazione con DJ Frank Carpentieri“, innanzitutto come nasce questa collaborazione?
R:« La realizzazione di notte magica è preceduta da un’amicizia con l’artista Frank Carpentieri. Dato il suo genere e in prossimità dell’estate che arrivava, decidemmo di pensare un pezzo per che aprisse il mio tour estivo».




Quante le soddisfazioni fin qui raccolte con questo nuovo progetto?
R:« Tante sono le soddisfazioni poiché questo pezzo si distacca dagli standard Neomelodici, date le sonorità e sicuramente un video che nulla ha da invidiare ai grandi artisti pop. E ancora più soddisfacente quando il pubblico che predilige altri stili e testi, possa apprezzare e sostenere un progetto diverso ma assolutamente attuale se non avanti».

Che importanza dai alle collaborazioni con altri artisti visto che sono molte quelle fin qui realizzate?
R:« Do tantissima importanza... mi deve piacere l’artista e il suo percorso. C’è sempre molta attenzione delle collaborazioni, ma pondero le mie scelte visto che ad oggi, fortunatamente, vanto grandi duetti di successo. È bello unire il pubblico».


Con chi ti piacerebbe collaborare in futuro?
R:« Ci sono tanti ertisti che mi piacciono per poter elencare solo alcuni nomi di quelli con cui duetterei. Diciamo che ad oggi ho collaborato con quelli più in voga

Emiliana parliamo del tuo ultimo album pubblicato un anno fa, “Non è sempre colpa delle donne”, un titolo un po’ provocatorio per certi versi, come mai la scelta di un titolo cosi provocatorio?
R:« Non vuole essere assolutamente un titolo provocatorio anzi da donna e in parte femminista, in termini di musica e di sentimenti, è un ammettere le proprie colpe, colpe che però sono conseguenza a ciò che riceviamo dagli uomini».

In media nella tua carriera hai pubblicato un album ogni due anni, cosa bolle in pentola in vista del 2020?
R:« Dati i tempi brevi di consumo della musica, i miei prossimi progetti sono legati tutti a singoli, quindi credo proprio che ci anticiperemo, visto che stiamo già lavorando per questo inverno».

Emiliana qual è il punto di forza della tua musica?
R:« La verità. La semplicità».

Perché proprio la musica napoletana?
R:« È come chiedermi perché sei nata proprio a Napoli?».



Quali sono le doti che bisogna avere per saperla interpretare?
R:« Dialetto a parte, perché credo che per quanto possano essere bravi molti artisti a cantare la musica napoletana, a volte si sente tanta differenza. Napoli se non la vivi non può appartenerti. Come diceva qualcuno ci vuole un filo di voce e 100 g di cuore».

In futuro ci potrebbero essere altri progetti al di fuori della musica nella tua carriera artistica?
R:« Mai dire mai. i social fanno di me anche un’influencer e in virtù di Questo mi piacerebbe fare qualcosa per le donne che mi seguono e si ispirano».

Condividi su Google Plus

Segui Nicola Ricchitelli

La nostra voce sarà più grossa se ci sarà anche la tua!
    Cosa ne pensi?
    Dillo su Facebook