La Voce Grossa di...Franco J. Marino(intervista):«Con il mio nuovo disco "Napolatino ho cercato la bellezza, la sensualità di una danza, i profumi e i colori della mia terra...»


Nicola Ricchitelli - È disponibile nei negozi di dischi, in digital download e sulle piattaforme streaming“ NAPOLATINO”, il nuovo disco di inediti del cantautore FRANCO J MARINO, pubblicato e distribuito da Azzurra Music.
Prodotto da Mauro Malavasi, l’album riassume l’essenza dello   stile   di   Franco   J   Marino, che unisce la   canzone   d’autore mediterranea e latina ad una danza suadente e non veloce attraverso una chiave ritmica originale, chiamata “tamuè”, di sua stessa creazione.
“ Napolatino” è uno stile di vita, prima che “genere musicale”: è un invito a vivere la vita con pacatezza e serenità con il sottofondo di ritmi latini e conturbanti.
Franco J Marino fonde insieme la tradizione della canzone d’autore napoletana con suoni e colori tipicamente mediterranei, dando vita a testi d’amore, per la vita e per la propria terra.
«Mi viene in mente una frase dell’amato Massimo Troisi e la faccio mia dicendo che il 7 giugno 2019 esce il mio album “Napolatino” che potete trovare nei migliori, ma anche nei peggiori, negozi e in digitale   – racconta Franco J Marino – Non nascondo l’emozione che mi dà, anche se in questo momento mi trovo fermo a casa con un braccio ingessato e non posso suonare. “Napolatino” è per me una tappa importante perché ho ideato uno stile riconoscibile di qualità, mettendoci tutto me stesso... Speriamo che “San Gennaro faccia ‘o miracolo” e che venga apprezzato!» 
Il disco è stato anticipato in radio da “PROCIDA ” (feat. Tony Esposito), un brano blues su ritmo “Tamuè” che racconta e rappresenta al meglio lo spirito e lo stile del disco di Franco J Marino. 

Accogliamo quest’oggi sulle pagine de La Voce Grossa, l’artista napoletano Franco J.Marino, impegnato negli ultimi tempi nel portare in giro il suo ultimo lavoro discografico “Napolatino”.
Franco partiamo appunto da questo, da “Napolatino”, che disco è?  
Napolatino è un album che rappresenta la punta del mio percorso artistico fino ad ora, un album di qualità e di ricerca sonora. Un progetto a mio avviso originale e riconoscibile.

“Napolatino”, primo che essere il nome del tuo disco, lo definisci un po’ uno stile di vita, come hai partorito questo concetto?
Sentivo il bisogno di rallentare perché tutto nel mondo in cui viviamo si consuma in fretta, anche l’arte purtroppo. Allora ho cercato la bellezza, la sensualità di una danza, i profumi e i colori della mia terra; un ritorno alle mie radici dove la bellezza è di casa.

Cosa rappresenta per te questo disco?
Il punto di partenza di uno stile riconoscibile.

Quali le tematiche che affronti in questi undici pezzi?
Come ho già detto la bellezza, l’amore universale, la vita, la mia terra.

In questo disco tra l’altro hai vita ad un nuovo stile musicale, uno stile che vede la fusione della canzone d’autore mediterranea e latina ad una danza lenta e suadente attraverso una chiave ritmica…come sei arrivato a partorire questo tipo di sonorità?  
Con l’intuizione, l’ispirazione e la consapevolezza di trovare una chiave ritmica originale per le mie melodie. Poi c’è voluta molta ricerca e studio.

Singolo di lancio del disco è stato “Procida”, da dove è nato l’esigenza di omaggiare questa bellissima isola del Mediterraneo?
Perché l’ispirazione è nata su questa isola meravigliosa a cui sono molto legato, perché rispondeva al senso che stavo cercando di una “slow life”. Poi devo dire che sin da ragazzo la frequentavo con il mio amico Tony Esposito.

Un brano tra l’altro che ha visto la collaborazione del percussionista Tony Esposito, come nasce questa collaborazione?
Tony è stato forse l’artista che ha scoperto il mio talento e insieme abbiamo fatto tante cose compresa questa bella collaborazione sul mio brano Procida.

Franco nel corso della tua carriera hanno trovato spazio collaborazioni importanti, una fra tutte quella con Andrea Bocelli, come nacque quell’incontro?
Avevo scritto una romanza pop in napoletano e ci sentivo la voce di Andrea.
Ascoltò il brano il maestro Malavasi a cui piacque molto e così lo portò all’attenzione di Andrea e dalla signora Caselli che se ne innamorarono… e chest’è! Bocelli mi regalò una grande emozione perché  lo interpretò come lo avevo immaginato.

Che posto ha occupato nella tua vita la musica napoletana?
Forse il primo posto ed è stata, grazie ai miei genitori, la musica che ho recepito di più sin da bambino, intendo la classica napoletana.

Franco, che significa essere figlio della migliore poetica tradizionale napoletana?
Questa è un’affermazione di cui mi ha pregiato il maestro Mauro Malavasi e di questi tempi è meglio tenersela stretta.
Credo che abbia voluto distinguermi dal mondo neomelodico di cui non faccio parte, inserendomi  generosamente tra i grandi della classica napoletana.



FRANCO   J.   MARINO è   un   autore,   compositore   e   interprete,   nato   a   Napoli.   Opera   nel   panorama   musicale   nazionale   e internazionale, collaborando con importanti artisti di fama mondiale. Negli anni ‘90 è il cantante solista nel gruppo di Tony Esposito, con cui firma la sigla della trasmissione di Rai Uno “Serate mondiali” e per il quale scrive alcuni brani contenuti nell'album “Tropico” (1997). 
Nel 1997  pubblica il suo primo singolo "Preghiera "   e nel 1999 collabora con Lucio Dalla alla stesura del testo "Non vergognarsi mai    ", contenuto nell'album "Ciao" del cantautore bolognese. Nel 2004 scrive per Andrea Bocelli, in collaborazione con Mauro Malavasi, il singolo “Domani ”, che riscosse un grande successo internazionale.
Nel 2006 scrive " L'Assenza ", un altro successo internazionale mentre nel 2011 pubblica il suo primo disco "Pescatore di Stelle" di cui è autore, compositore, interprete e produttore, che lo consacra “figlio della migliore tradizione poetica napoletana”.
L’anno successivo scrive il brano "La Scelta ", per il tenore americano Nathan Pacheco. Nello stesso anno riceve il premio AFI per l'attività compositiva a livello internazionale. 
Nel 2015 scrive la versione italiana del singolo "Adesso o mai" di  Arianna feat. Shaggy.
Distribuito da Believe Digital, il 27 novembre 2015 esce l’ep “C’è una vita nuova” prodotto da Mauro Malavasi e Steve Galante con lo stesso Franco J. Marino.



Condividi su Google Plus

Segui Nicola Ricchitelli

La nostra voce sarà più grossa se ci sarà anche la tua!
    Cosa ne pensi?
    Dillo su Facebook