Header Ads

La Voce Grossa di…Alessia Caboni(intervista):«Dietro ad un profilo social di successo c’è molto impegno e tanto lavoro»


Nicola Ricchitelli – L’ospite di quest’oggi arriva da uno dei posti più amati del nostro bel paese, siamo in Sardegna, a Monastir per la precisione – paese di 4.554 anime – lì dove fanno bella mostra di sé insediamenti di epoca romana – in zona Santa Lucia ma anche diverse domus – e il Castello di Baratulia – ed è qui che abbiamo il piacere di scambiare due chiacchiere con Alessia Caboni, una giovane di 24 anni che ha fatto della sua immagine un lavoro, una ragazza che oltre bellezza e like, dimostra di essere di più.

Alessia innanzitutto ti do il benvenuto sulle pagine del nostro giornale come stai?
R:« Ciao, grazie mille, sto alla grande…☺».

Iniziamo dando un po’ di numeri, ed in particolare quelli legati al tuo profilo, 45.000 followers, una media di like che va dai 1000 ai 2000 like, Alessia, quando lavoro c’è dietro al successo di un profilo social?
R:« Diciamo che solo da qualche tempo ho iniziato a lavorare in tal senso, però posso dire che dietro ad un profilo social di successo c’è sicuramente molto impegno e lavoro. Inizialmente il mio era un semplice profilo nato con voglia di condividere e raccontare me stessa. È arrivato tutto da solo, da un giorno all'altro, un cambiamento che mi ha portata a decidere di lavorare più su me stessa e a sfruttare quello che un social può darti».


Perché piaci alla gente?
R:« Ho sempre pensato di piacere al mio pubblico per la mia spontaneità. Sono solare e molto determinata. Non mi butto mai giù, e vi assicuro che anch’io avrei mille motivi per demoralizzarmi. Nel mondo social sei esposto, e bisogna essere pronti a gestire anche haters e cattiverie. Sicuramente ci sono persone a cui non piaccio. Io però non cambio per nessuno, mi piace quando la gente si ricrede».

Che significa oggi saper lavorare con la propria immagine?
R:« Significa tanto perché porta opportunità che non tutti i lavori sicuramente danno. Bisogna chiaramente lavorare molto su se stessi. Non ho mai pensato che in questo lavoro basti solo la bellezza, ci vuole testa. Inutile essere solo belli, perché se poi non si è intelligenti e svegli, cominci ad annoiare e la carriera finisce ben presto».


Quali errori non bisogna commettere affinché alla fine non si cada nell'ovvietà?
R:« Sicuramente l’errore più grande è quello di provare a copiare qualcuno e non essere se stessi. Chiaramente una persona che ha molti followers deve stare sempre attenta a ciò che dice, a cosa fa, a quello che pubblica e cercare soprattutto di non essere monotona. Un altro errore è quello che fanno tante persone, sentirsi arrivati, perché a parer mio c’è sempre qualcosa in più che puoi fare, migliorare. Il segreto per il successo è non fermarsi mai e non accontentarsi».

Perché oggi sono in tanti a tentare la strada dei social per poter affermarsi?
R:« Sicuramente molti pensano sia la strada più facile ma non ne sono convinta. Non è per tutti. Soprattutto in questo periodo, con la situazione che stiamo vivendo, la gente sta più dentro casa e prova ad emergere in questo modo».


Cosa raccontano di te i tuoi scatti?
R:« Anche negli scatti sono sempre me stessa. Ogni fotografia racconta una storia, ha la capacità dì farti ricordare quanto successo. Ognuna racconta qualcosa che ho fatto o un momento che ho vissuto, altre possono essere fatte semplicemente perché mi piaceva l’abito che indossavo, non lo nego. A volte però i momenti più belli e intimi non vengono fotografati ma è giusto così».

Soprattutto dove vuoi ti portano i tanti like e commenti che ricevi ogni giorno?
R:« Io spero di crescere su Instagram e arrivare a livelli più alti e lavorarci nel vero senso della parola».

Chi è Alessia Caboni vista da Instagram?
R:« Sicuramente chi non mi conosce e mi vede su Instagram può pensare che sono la classica tipa ”che se la tira” ma non è così. Ogni persona che conosco o con cui scambio qualche parola, cambia sempre idea. Ognuno si fa un’idea delle foto che vede e dì ciò che pubblico, ma non bisognerebbe soffermarsi su quello. Non sono neanche una persona che si nasconde, anzi sono sempre me stessa anche su Instagram. Mostro ciò che faccio con molta tranquillità. Mi piace che la gente veda tutto, non solo foto in posa».


Chi sei quando sei offline?
R:« Sono sempre io. Ripeto, non cambio tanto. Anche su Instagram faccio vedere chi realmente sono. Forse su Instagram raramente si vede quando sto male, ma perché anche nella realtà sono così, mi sfogo con poche persone; per il resto mi piace coinvolgere tutti in ciò che faccio».

Alessia vedi un futuro aldilà de tuo profilo social?
R:« Assolutamente si ☺ incrociamo le dita e ne riparleremo tra un po’ di tempo ❤».

Potete seguire Alessia Caboni su Instagram:
Powered by Blogger.