Header Ads

La Voce Grossa di…Ilaria La Mura(intervista):«Attraverso la televisione entro con educazione nella casa degli italiani»


Nicola Ricchitelli – L’ospite di quest’oggi arriva dal canale 607 del digitale terrestre, da RTN TV per la precisione, lì dove tra giornalismo e psicologia si destreggia la bravissima Ilaria La Mura, ed è proprio lei l’ospite di quest’oggi del nostro spazio dedicato alle interviste.

Ilaria, innanzitutto benvenuta sulle pagine del nostro giornale, come stai?
R:« Grazie per l’invito, vi seguo e vi faccio i complimenti per il vostro lavoro! Io sto bene, è un periodo ricco di impegni, sia per la ripresa post-covid, che per la nuova emergenza che ci troviamo ad affrontare».

Giornalista ma anche psicologa, come convivono in te queste due vesti?
R:« Direi che convivono benissimo, entrambi i lavori hanno dei punti in comune: la comunicazione e l’arte di fare domande, di cercare la verità e scavare nel profondo».

Come nasce il tuo rapporto e la tua passione con la psicologia?
R:« A 12 anni decisi che da grande sarei diventata psicologa. Ricordo che fin da bambina ho sempre mostrato capacità empatiche, se vedevo qualcuno isolato dal gruppo riuscivo a coinvolgerlo e a non farlo sentire solo. A 13 anni leggevo libri di psicologia. Da adolescente mi piaceva essere d’aiuto, fare volontariato nelle case famiglia e con gli anziani grazie alle iniziative dei gruppi della chiesa che frequentavo. Volontariato che ho continuato a fare per tanti anni anche dopo la scelta universitaria. Credo che in qualche modo io abbia avuto questa inclinazione alla psicologia da sempre».


Una psicologia messa a disposizione delle donne soprattutto, in cosa consiste il tuo lavoro?
R:« Sì, le mie pazienti sono in maggioranza donne e mi occupo soprattutto di migliorare la loro autostima, le loro relazioni affettive e sentimentali, la loro posizione lavorativa. Spesso arrivano al mio studio con problemi di ansia e depressione, disturbi che tratto con la psicoterapia cognitivo comportamentale. Le aiuto a raggiungere i loro obiettivi professionali e personali come per esempio la perdita di peso, il raggiungimento di una forma fisica migliore e una nuova immagine di sé».

Dalla psicologia al giornalismo, quale è stato il passo?
R:« Fui contattata come ospite in un programma televisivo in qualità di psicologa esperta della psicologia del calcio. Accettai l’invito e dopo la prima ospitata i titolari della televisione mi proposero di condurre un programma tutto mio. Ne fui entusiasta».

Cosa significa comunicare attraverso il grande schermo?
R:« Significa avere l’onore di entrare nelle case degli italiani. Cerco di farlo sempre con massima educazione e con il desiderio di fornire informazioni di alta qualità».

Soprattutto da dove è nato l’esigenza di un programma quale “Parliamone insieme”?
R:« Ho frequentato e collaborato per anni con l’università nel settore della ricerca, ho un approccio fortemente scientifico, il mio programma televisivo l’ho voluto fondare su questi presupposti: corretta informazione e interviste ai grandi esperti italiani».

Quale storie racconti?
R:«Il mio è un programma di approfondimento, in genere tratto tematiche scientifiche, di salute, benessere, psicologia, negli anni ho ampliato il format anche ad argomenti di cultura generale, attualità, politica. Ultimamente ho inserito anche qualche intervista a personaggi famosi scegliendo temi precisi».


Quali quelle che più ti colpiscono?
R:« Sono una persona molto curiosa, quindi ascolto sempre con interesse i miei ospiti. In questo periodo seguo in modo particolare la situazione della guerra Russia-Ucraina e infatti sto conducendo degli “Speciali Ucraina” dove intervisto esponenti politici come deputati ed ex ministri, esperti dell’intelligence italiana ed esponenti della grande comunicazione come giornalisti e conduttori televisivi».

Come vorresti evolvesse il tuo percorso in futuro?
R:« Attualmente sono una libera professionista, questo mi permette di poter gestire il mio tempo e seguire le mie passioni quando e come voglio, per il mio futuro mi sto costruendo una strada che mi possa portare maggiore tranquillità, magari un impiego dirigenziale nella sanità pubblica».

Potete seguire Ilaria su Instagram:
https://www.instagram.com/ila_lamu/

Powered by Blogger.