Ostuni. Pasquetta 2018: bilancio positivo per "Ostuni Street Music"

OSTUNI (BR). La Città bianca si conferma, anche per quest’anno, meta privilegiata per cittadini e visitatori che hanno voluto trascorrere la giornata di Pasquetta a spasso per i vicoli del centro storico. Tantissime le persone che sin dal primo pomeriggio hanno goduto del clima di festa generato dalle esibizioni live di Ostuni Street Music. Grazie anche a un clima prettamente primaverile, la giornata di Pasquetta segna ufficialmente l’inizio della stagione turistica, pronta ad entrare nel vivo a breve con le prossime festività e, soprattutto, con l’apertura il prossimo 24 aprile della mostra diffusa "Picasso, l’altra metà del cielo", che verrà allestita all’interno di Palazzo Tanzarella. 
Ideata e organizzata dall’assessorato al Turismo e alla Cultura, la nuova edizione della fortunata rassegna Ostuni Street Music è stata curata dalla "Lilie Service", pronta a presentare, partendo dallo stesso paradigma, le nuove formazioni musicali che allieteranno le prossime giornate di festa del 25 aprile e del 1° maggio. Come ampiamente previsto, sono state migliaia le persone che hanno passeggiato per il borgo antico e centinaia le presenze nelle strutture ricettive distribuite lungo tutto il territorio ostunese, protagonista da sempre, ma negli ultimi anni in special modo, di un’eccellente crescita economica legata proprio ai numeri del comparto turistico. 
Ottimo il riscontro conseguito dagli esercenti del centro storico, che per le giornate di Pasqua e Pasquetta hanno registrato un flusso costante di presenze, a conferma del successo dato dall’infallibile binomio tra gastronomia e cultura locale, capace di attrarre turisti di ogni genere, dalle famiglie ai gruppi di gitanti.  
"Al grande lavoro di squadra compiuto da istituzioni ed esercenti, di cui sono particolarmente soddisfatto" dichiara l’assessore al Turismo e alla Cultura Vittorio Carparelli "si sono aggiunte le temperature primaverili, che hanno sicuramente invogliato tante persone a trascorrere la giornata di Pasquetta fuori casa. Ostuni ha dimostrato di essere pronta ad accogliere un numero sempre crescente di turisti. Questa è l’idea che ho della nostra città ed è questa l’immagine del nostro inestimabile patrimonio paesaggistico e culturale, che bisogna coltivare e trasmettere ai tanti visitatori che vogliono conoscere il nostro territorio".
Oltre a godere delle bellezze architettoniche e paesaggistiche ostunesi, i visitatori hanno avuto la possibilità di visitare il Museo di Civiltà Preclassiche della Murgia Meridionale e il Parco Archeologico di Santa Maria d’Agnano, accessibili nei giorni di Pasqua e Pasquetta in orario continuato, con la possibilità di fruire delle visite gratuite previste con l’iniziativa "Week-end al Museo". Grande afflusso di gente anche presso il Chiostro di Palazzo San Francesco e la Villa Comunale "Sandro Pertini", che nelle giornate di ieri e avantieri ha ospitato il mercatino d’antiquariato e artigianato locale ed etnico Zacaredde.
Il turismo culturale è pronto ad attrarre numeri importanti di visitatori grazie a “Picasso, l’altra metà del cielo”, la mostra che mette in evidenza la genialità e la poetica pittorica di Pablo Picasso, indagate da una nuova prospettiva, quella intima e passionale, collegata alle donne che il maestro spagnolo ha amato durante la sua intensa vita. Il Palazzo Ducale di Martina Franca, il Castello di Mesagne e Palazzo Tanzarella a Ostuni, le sedi pronte ad accogliere la mostra diffusa che coinvolgerà contemporaneamente tre tra i borghi più rappresentativi di Puglia. 
Dal 24 aprile al 4 novembre dunque, la Città bianca freme nell’attesa di ospitare un evento di rilievo internazionale e si mostra pronta ad avviare una tra le stagioni turistiche più ricche di sempre. 
Condividi su Google Plus

Segui Daniele Martini

La nostra voce sarà più grossa se ci sarà anche la tua!
    Cosa ne pensi?
    Dillo su Facebook