Alessandra Mudadu(intervista):«I bikini sono la mia passione, ora sogno un marchio che porti il mio nome»


Nicola Ricchitelli – La voce di quest’oggi arriva dalla Sardegna, da Ossi per la precisione, un piccolo paese di 5672 anime situato in provincia di Sassari.

Sulle pagine del nostro giornale quest’oggi la storia di Alessandra Mudadu, studentessa di infermieristica presso l’Università degli studi di Sassari, ma con la passione per la moda, e per un capo in particolare, il bikini:«…sono sempre stata una collezionista, mi piacciono troppo, forse sono stata influenzata anche dal fatto che vivo in Sardegna e sono una amante del mare».
 
Succede così che tra uno shooting fotografico e l’altro, la studentessa sarda inizia a dare forma alla sua passione, decidendo di non solo di indossarli quei bikini, ma di pensarli e disegnarli secondo il suo gusto, dando quindi forma e sostanza al suo sogno:«… avendo un pò di tempo libero ho iniziato provando a creare qualcosa, inizialmente per me anche perché avevo un po’ di paura a nel lanciarmi...non mi sentivo sicura non avevo molta esperienza…». A quel punto, Instagram fa tutto il resto, perché le creazioni di Alessandra piacciono ed in poco tempo la sua pagina inizia a crescere in maniera esponenziale, una crescita che ha decretato la bontà delle sue idee e che l’hanno portata a collaborare con diversi marchi del settore, fino ad arrivare a posare per un grande marchio come quello di Patrizia Pepe:«… è stata una bella esperienza in un posto fantastico, condivisa assieme ad altre ragazze».

Tra i tanti sogni da realizzare c’è appunto quello di un marchio tutto suo:«… per il momento continuo a studiare ovviamente e nel tempo libero non trascurerò niente , continuo e continuerò a fare tutto quello che ho fatto fino ad adesso, sperando che le persone mi continuino a dare questa possibilità».    

Alessandra, grazie per aver accettato di essere ospite del nostro spazio virtuale. Disegnare costumi, come nasce questa passione?
R:« Grazie a voi per avermi contattata e per avermi dato questa opportunità...Sono stata ispirata da Instagram a dire il vero, avendo un pò di tempo libero ho iniziato provando a creare qualcosa, inizialmente per me anche perché avevo un po’ di paura a nel lanciarmi ... non mi sentivo sicura non avevo molta esperienza».

Se non sbaglio però i primi risultati non sono tardati ad arrivare visto che hai già prodotto una tua linea di costumi?
R:« Vero, sono rimasta molto soddisfatta ... questo grazie al mio profilo Instagram...ovviamente siamo ancora in una dimensione ridotta, però non mi sarei mai immaginata di ricevere così tante richieste».

Alessandra, perché proprio il bikini?
R:« Ho scelto i bikini perché sono sempre stata una collezionista, mi piacciono troppo, forse sono stata influenzata anche dal fatto che vivo in Sardegna e sono una amante del mare».

In tutto questo che peso hanno avuto i social?
R:« I social, come ho già detto mi hanno aiutato tantissimo specialmente il mio profilo originale “alessandramudadu”, infatti poi ho deciso di creare una pagina dedicata solo ai bikini (am_bikini) in modo da avere una cosa più ordinata e non mischiare le cose».

Quanto è importante saper gestire un mezzo come quello dei social?
R:« Per me Instagram è molto importante e ho capito che può dare tanto, nel momento che il mio profilo ha iniziato a crescere ho ricevuto molte proposte per collaborare con marchi, e per sponsorizzare i loro prodotti o profili, quindi diciamo che è diventato un piccolo “lavoro”».

Nei tuoi scatti cosa cerchi di comunicare?
R:« Nei miei scatti a dire il vero, non punto a comunicare qualcosa in particolare, rappresento me stessa niente di più niente di meno».

Inoltre hai realizzato lavori come modella, com’è il tuo rapporto con la fotografia?
R:« Attraverso il mio profilo Instagram, arrivano anche proposte per shooting fotografici, devo dire che mi piace molto posare, mi sento a mio agio, avendo posato per diversi fotografi posso dire che il tutto sta anche da chi hai davanti e per il momento mi sono sempre trovata bene, niente da dire …».

Come modella hai posato per un grande marchio della moda internazionale, Patrizia Pepe, come hai vissuto questa esperienza?
R:« Si vero, ho posato per il marchio Patrizia Pepe per l’abbigliamento sportivo, è stata una bella esperienza in un posto fantastico, condivisa assieme ad altre ragazze».

Nonostante tutto, da qualche mese hai iniziato i tuoi studi alla facoltà di infermieristica…
R:« Si, superando il test ho realizzando il mio sogno più grande e questo mi ha reso orgogliosa di me, avevo studiato davvero tanto per poter entrare ... sono passati alcuni mesi ormai e ogni giorno che passa sono sempre più convinta della scelta che ho fatto... mi piace avere contattato con le persone, è una passione che mi porto dentro da molto tempo, mi piace aiutare chi ha bisogno soprattutto nei momenti di sofferenza... sono convinta che una parola o un sorriso in certe circostanze possono fare tanto!».

Come riuscirai in futuro a conciliare i due sogni di infermiera e disegnatrice?
R:« Sono della convinzione che nella vita si possono fare tante cose... mi auguro di trovare subito lavoro come infermiera una volta finiti gli studi, per il momento continuo a studiare ovviamente e nel tempo libero non trascurerò niente , continuo e continuerò a fare tutto quello che ho fatto fino ad adesso, sperando che le persone mi continuino a dare questa possibilità».

Condividi su Google Plus

Segui Nicola Ricchitelli

La nostra voce sarà più grossa se ci sarà anche la tua!
    Cosa ne pensi?
    Dillo su Facebook