Header Ads

La Voce Grossa di…Miriam Colautti(intervista):«Avanti un Altro? Tutto nasce in modo naturale e credo sia il suo punto di forza»


Nicola Ricchitelli – I primi giorni di questo 2022 ci portano in dote moltissime novità dal punto di vista del palinsesto televisivo, una di queste è il ritorno del noto game show condotto da Paolo Bonolis e Luca Laurenti, in onda sulla rete ammiraglia di Mediaset e quindi Canale 5, stiamo parlando per l’appunto di “Avanti un altro”.

Un mondo quello di “Avanti un Altro” che abbiamo conosciuto da vicino grazie alle recenti chiacchierate avute con Sara Croce – la bonas – ma anche Kenya Fernandes – la brasiliana – e quindi la giudice Sena Santini e tante altre.

L’ospite di quest’oggi è nata a Castrovillari ma vive a Roma ed è la famosa “Meccanica” del noto game show di canale 5, con le sue domande su meccanica e motori cercherà di insidiare il sogno di vittoria dei vari concorrenti, ma nel frattempo qualche domanda la poniamo noi.

Miriam innanzitutto ti ringrazio per essere quei ospite quest’oggi sulle pagine del nostro giornale, come stai?
R: Ciao Nicola, tutto bene e grazie per la possibilità di essere qui a chiacchierare con voi».

Ancora qualche ora e sulla rete ammiraglia di Mediaset – Canale 5 – riprenderà la messa in onda di “Avanti un altro”, come ti senti?
R:« Sono molto felice di questo nuovo inizio, sarà l’undicesima stagione del programma nonostante tutte le difficoltà causate dalla pandemia il pubblico continua a sostenerci ed attendere la messa in onda con ansia, questo non può che emozionami, sempre».

Puoi anticiparci nulla circa eventuali novità di questa edizione?
R:« Lascio a voi il piacere della scoperta, per ora posso solo dirvi che ci saranno tante novità sia nel pre serale che in prima serata».


Cosa ti piace particolarmente di questo format televisivo?
R:« Adoro la spontaneità di questo format, tutto ciò che vedete in tv è quel che è successo, senza tagli, senza costrizioni, tutto nasce in modo naturale e credo sia il suo punto di forza».

Miriam ripercorriamo un po’ il tuo percorso che ti ha portato fin dentro il mondo di “Avanti un altro”, tutto è nato da un social contest se non ricordo male…
R:« Esattamente tutto nasce da un social contest, sono stata “pressata” per la partecipazione da un mio carissimo amico, alla fine pare abbia fatto bene a dargli retta! È stato inizialmente una vera sorpresa scoprire quanto le persone a me vicine ed anche lontane si siano prodigate ed siano state realmente presenti in tutto il percorso, sia durante il contest che dopo, sentire il calore umano anche nel virtuale mi ha scaldato il cuore».

Come hai vissuto le prime comparsate davanti alle telecamere?
R:« Nel modo più naturale possibile, tendo sempre a cercare di sentirmi a mio agio in ogni situazione, la grande fortuna è stata anche trovarmi in un ambiente in cui mi sono trovata davvero come in una grande famiglia, i componenti del salottino, i conduttori, gli autori e tutto lo staff, sono persone straordinarie».

In particolare da dove nasce la tua passione per le auto?
R:« È come chiedere “È nato prima l’uovo o lo Gallina” J. Nasce con me, sono nata con loro, sin da piccolissima preferivo stare in officina con papà, smontare e rimontare tutto quello che mi capitava sotto mano e cercare di capire quali fossero tutte le regole ed i segreti della regolarità storica, adesso che fa parte del mio lavoro non potrei che esserne entusiasta».


Passione per le auto si, ma con un occhio particolare quelle storiche, cosa ti affascinano di esse?
R:« Mi basta solo guardale per sentirmi nel posto giusto, osservare la loro meccanica, che è proprio ciò che mi affascina ed intriga di più anche perché nei tempi moderni questi motori così imperfetti ma così perfetti sono cambiati radicalmente».

C’è un auto del passato su cui vorresti sedere al volante?
R:« Vorrei sedere su molte di loro, per quante ne abbia provate e ne desideri, come la Ferrari Dino, emblema di fascino e forza, la Lancia Fulvia…ma la Fiat 500 resta il mio primo vero amore, vorrei quindi sedere sulla prima 500 N e spero di poterlo fare presto».

In che modo vorresti si evolva il tuo percorso nel mondo della televisione?
R:« Mi piacerebbe che il percorso potesse portarmi tra le quattro ruote, poter parlare di ciò che amo sperando di poter portare a conoscenza nel modo più accessibile possibile tutto l’affascinante mondo delle auto storiche e delle competizioni che le riguardano».
Powered by Blogger.