Maltempo, Zullo: "La nostra class action per ridare fiducia ai cittadini nelle istituzioni"

"Una class action che oggi, dopo aver sentito la relazione del governo regionale, ha più ragion d'essere, non perché vuole essere un'azione punitiva contro questo o quell'assessore, ma perché i cittadini devono sapere che se un'Istituzione è inadempiente la legge ti consente di inchiodarla alle sue responsabilità" ha dichiarato il presidente del gruppo Conservatori e Riformisti alla Regione Puglia, Ignazio Zullo "E la Regione e la Protezione Civile pugliese sono state inadempienti nel momento in cui preventivamente non hanno messo in moto tutti i servizi utili a evitare i disagi. È chiaro che nel bel mezzo della tormenta di neve chi prima aveva dormito si è svegliato e si è messo al lavoro, ma era troppo tardi. Gli allerta meteo erano stati diramati una decina di giorni prima e allora la Regione avrebbe dovuto chiamare l'Anas e chiedere se si stava attivando con sacchi di sale sulle statali più interessate all'ondata di maltempo, così come avrebbe dovuto chiamare la Città Metropolitana di Bari per accertarsi che il sindaco Decaro stesse provvedendo sulle strade provinciali. Nulla. Non è stato fatto nulla. Poi una volta che la neve è caduta e non solo le masserie nelle campagne, ma interi paesi erano isolati solo allora chi doveva intervenire si è dato da fare...o meglio ha iniziato il tour 'un selfista sulla neve': Emiliano arrivava nei centri aprendosi i varchi con gli eserciti si faceva la foto con il sindaco al centro del paese e se ne andava. Perciò insisteremo con la class action perché non accada mai più, perché quello che è accaduto possa servire a far stare sempre sveglio chi ogni tanto si addormenta".
Condividi su Google Plus

Segui Daniele Martini

La nostra voce sarà più grossa se ci sarà anche la tua!
    Cosa ne pensi?
    Dillo su Facebook

0 commenti :

Posta un commento