Header Ads

La Voce Grossa di…Luana(intervista):«Te la sei cercata… frase emblema della sofferenza di chi subisce un atto di violenza… la colpa non è MAI di chi subisce violenza ma di Chi fa violenza»


Nicola Ricchitelli – La voce di quest’oggi è una nostra vecchia conoscenza, abbiamo conosciuto Luana attraverso le parole del suo libro autobiografico “Amare…da morire”, abbiamo conosciuto Luana in una seconda intervista successiva quando si parlava del rapporto tra uomini impegnati e social.

Abbiamo posto alcune domande a Luana nei giorni successivi in cui Cerignola diveniva per l’ennesima volta protagonista di un caso di violenza, secondo la cronaca c’era un garage, una trappola, poi una tredicenne e tre ventenni che facevano di lei il cazzo che volevano…

C’era una città che pareva indignarsi fino ad un certo punto, c’era una città che si celava dietro alla più vigliacca delle frasi…«… “se l’è cercata”…», se in quella città ora le luci sembrano essersi spente, riaccendiamole perché come dice Luana:«…la parte migliore di Cerignola non ha mai mollato…».

Luana innanzitutto bentornata sulle pagine del nostro giornale, come stai?
R:« Ciao , sto bene grazie».

Andiamo al dunque Luana, Cerignola qualche giorno fa è salita alla ribalta delle cronache per un episodio di violenza sessuale nei confronti di una tredicenne, tre contro una…Quanto Cerignola si è indignata dinanzi a questo episodio?
R:« Cerignola non è solo ciò che di peggio per cui spesso viene resa protagonista, quindi alla notizia la maggior parte della popolazione si è indignata tantissimo schierandosi e proteggendo sicuramente la parte lesa».

Soprattutto quanto si è indignata la politica locale?
R:« La politica locale è attivissima su questi delicati temi e sicuramente sta facendo quello che è giusto fare».

A tal proposito hai pubblicato un post duro che non lascia spazio a interpretazioni…come viene vista questa storia in città?
R:« Questa storia come tante altre purtroppo per molti è ancora vista come un modo per parlare e sparlare di fatti che sicuramente non si hanno giuste informazioni, ma a prescindere da ciò molti sono giudicanti ancora una volta contro chi ha denunciato, puntando il dito e recando a causa di mentalità e disinformazione , ancora dolore sicuramente in chi ne è protagonista della vicenda. Io ovviamente mi sono schierata dalla parte della vittima, perchè so bene quanto sia difficile esporsi denunciare...e attraversare campagna diffamatoria, in cui tutti si ergono giudici di situazioni a loro completamente estranee».

Cosa senti di dire alla città di Cerignola in questo momento?
R:«Alla città di Cerignola mi sento di dire di fare silenzio e immedesimarsi nel dolore di chi può essere stato protagonista dell'accaduto, il giudicare, colpevolizzare di certo non è l'atteggiamento consono in quanto Cerignola stessa si adopera tantissimo per sensibilizzare e per portare le giuste informazioni su argomenti così delicati».

Quanto fa male per una donna vittima di violenze di questo tipo sentire la frase “se l’è cercata”?
R:« Quella frase è l'emblema della sofferenza di chi subisce un atto di violenza, crea danni inimmaginabili, viene usata con troppa arroganza, con troppa leggerezza, ci si erge quasi come giudici, quando nulla è giudicabile in quanto nessuno può davvero capire la sofferenza altrui , lo si capisce solo quando davvero lo si prova , quando si assaggia quel vuoto , quell’imbarazzo e quella paura che diventa frustrazione. Fa tanto male...bisognerebbe un attimino riflettere.. nessuno e sottolineo NESSUNO MAI se la cerca in nessun modo , con nessun gesto...in nessun caso certe situazioni e certi atti. Bisogna insegnare che la colpa non è MAI di chi subisce violenza ma di Chi fa violenza» .

Luana cosa senti di dire ai tre ragazzi che avrebbero commesso la violenza?
R:« Ad oggi ci sono ancora indagini in corso quindi non posso dire nulla e non voglio esprimere nulla , se mai avessero davvero commesso quell'atto ... ci sarebbe da dire veramente poco . Ad oggi non riesco ad essere distanza da chi usa violenza mi sento troppo dentro per creare falsi moralismi quindi lascio fare alla legge e a chi ne compete» .

E alla ragazza vittima di questa violenza?
R:« Questa ragazza ha tutto il mio appoggio, so benissimo come ci si sente, non le direi frasi fatte come " devi essere forte " o altro... starei lì ad aspettare i suoi tempi e ad accogliere ogni emozione ed ogni lacrima. Sicuramente una spalla».

Con che occhi guardi Cerignola dopo quanto accaduto?
R:« Cerignola non è di certo una città a se di questi episodi, quindi mi difendo la parte bella della mia amata città ... la guardo come sempre... so che esiste del buono e me lo preservo continuando a combattere contro quello che di marcio ovunque c'è!»

Da cosa deve ripartire la parte migliore di Cerignola da qui in avanti?
R:« La parte migliore di Cerignola non ha mai mollato, non si tratta di ripartire, sono certa che sta lavorando con ogni mezzo per continuare a sensibilizzare e concretamente ad aiutare chi chiede ausilio».
Powered by Blogger.